Cerca

nazionale

Salute, premiato 'crowdfunding' Msd Italia

24 Giugno 2019

0
Salute, premiato 'crowdfunding' Msd Italia

Roma - (AdnKronos Salute) - La salute come bene comune al quale tutti possono contribuire. Per far decollare le idee davvero innovative servono però strumenti. Continua, l’iniziativa Msd CrowdCaring, un progetto di 'crowdfunding' dedicato alla salute, in partnership con la piattaforma di crowdfunding Eppela. Un’iniziativa che è stata premiata al Web Marketing Festival a Rimini con l’'Award Innovation for People' per il suo alto valore sociale, innovativo, originale.

"Siamo davvero onorati di ricevere questo premio - ha affermato Nicoletta Luppi, presidente e amministratore delegato di Msd Italia - perché questa iniziativa di CrowdCaring ci sta particolarmente a cuore. Siamo fieri di Msd CrowdCaring: noi di Msd Italia prima di essere 'azienda' siamo 'persone' e siamo convinti che per un bene comune prezioso come la salute, le persone, insieme, possano davvero fare grandi cose. Anche attraverso Msd Crowdcaring è possibile collaborare per dare concretezza a delle 'innovazioni che non c’erano' e che potranno fare la differenza nella vita di tanti pazienti e delle loro famiglie".

"Sono tante le storie che accompagnano i progetti di Msd Crowdcaring, come quella delle sorelle Virginia e Martina Di Carlo: insieme hanno partecipato alla seconda call - che si concluderà tra qualche giorno - e hanno visto finanziata la loro idea di dare vita alla 'Special Angels Dance School' ancora prima che scadesse il tempo per la raccolta fondi. Il progetto di una scuola di danza per ragazzi con disabilità è stato finanziato dagli utenti Eppela al 102% dell’obiettivo prefissato e a questo si aggiungerà il contributo di cinquemila euro da parte di MsdCrowdcaring.

"Appena il progetto delle sorelle Di Carlo è approdato sulla piattaforma Eppela è stato chiaro che avrebbe spiccato il volo - raccontano gli organizzatori - E infatti, ancora prima che scadessero i 40 giorni a disposizione, è stato finanziato per il 102% dalla community. Perché è un sogno al quale tutti hanno voluto prendere parte. Virginia è la sorella grande e da quando è nata è affetta da tetraparesi spastica con disturbi motori a tutti e quattro gli arti. I medici non avevano molte speranze che potesse andare oltre la maggiore età. Ma non sapevano che da lì a qualche anno nella vita di Virginia sarebbe entrata la sorella più piccola, Martina, che negli anni scopre la danza e la fa diventare la sua ragione di vita. E quella di Virginia. Sì, perché con tenacia e grande forza d’animo le due sorelle iniziano a danzare insieme. E spiccano il volo".

Dopo anni di successi (Virgina è atleta paralimpica, Martina campionessa italiana e medaglia d’argento mondiale di danza) hanno deciso di condividere il loro sogno con altri ragazzi diversamente abili e dare vita alla Special Angels Dance School #liberidivolare. "Ma per mettere le ali, anche i sogni hanno bisogno di aiuto. E una mano a Virginia e Martina è arrivata dalla Community di Eppela grazie alla quale hanno raccolto 15.400 ai quali si deve aggiungere il contributo di 5 mila di Msd Crowcaring messo a disposizione da Msd Italia", aggiungono i promotori.

E' alle ultime battute la seconda raccolta fondi. "Oltre al progetto delle sorelle Di Carlo che è stato già interamente finanziato, resta aperta la call per due iniziative: Il cinema- dove il cinema non arriva: un’iniziativa per portare il cinema nei grandi ospedali, piccole case di cura o accoglienza per offrire ai pazienti momenti di condivisione e intrattenimento; Psichronicle: un progetto di prevenzione e cura del disagio psicologico nelle patologie croniche, grazie al coinvolgimento di specialisti psicologi che presteranno servizio di psicoterapia con un sportello (a Roma e a Bari) a disposizione degli utenti, attivo per 6 mesi.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media