Cerca

Cultura

Scrittori: e' morto Giuliano Prezzolini, figlio quasi centenario fondatore 'La Voce'

2 Febbraio 2014

0

Firenze, 2 feb. - (Adnkronos) - E' morto venerdi' nella sua casa di Firenze, a pochi passi da Ponte Vecchio, all'eta' di 99 anni Giuliano Prezzolini. Era il figlio secondogenito di Dolores Faconti (1881-1962) e Giuseppe Prezzolini (1882-1982), il celebre intellettuale che nel 1908 fondo' la rivista d'avanguardia "La Voce". L'altro figlio dello scrittore e giornalista si chiamava Alessandro ed era nato nel 1911. I funerali si svolgeranno domani, lunedi' 3 febbraio, alle ore 10, nella chiesa di Santa Felicita, nell'omonima piazzetta attigua alla casa dove abitava.

L'annuncio della scomparsa, come riferisce l'Adnkronos, e' stato dato oggi dai suoi cari amici, Giovanni e Anna Paszkowski e dall'attrice Ilaria Occhini, i tre nipoti dello scrittore Giovanni Papini, grande amico di Giuseppe Prezzolini, che insieme dettero vita alla rivista "Il Leonardo". Giuliano Prezzolini era nato a Firenze nel 1915, poco dopo il rientro nella citta' toscana del padre da Roma dopo aver lasciato la redazione de "Il Popolo d'Italia", all'epoca giornale socialista di Benito Mussolini.

Il padre volle dare al figlio un nome a lui assai caro, dato che "Giuliano il sofista" era lo pseudonimo usato su giornali e riviste. Giuliano Prezzolini e' stato un attento custode delle memorie del padre, curatore di varie libri e tra l'altro del "Diario" di Giuseppe Prezzolini pubblicato in piu' volumi da Rusconi. Una delle sue ultime apparizioni in pubblico fu nel 2003 a Firenze, in occasione del convegno internazionale di studi "Prezzolini e il suo tempo" curato da Giorgio Luti e Cosimo Ceccuti. Si era dedicato con particolare premura al sostegno dell'Archivio Prezzolini conservato alla Biblioteca cantonale di Lugano. Giuliano Prezzolini dalla seconda meta' degli anni Cinquanta si dedico' all'attivita' imprenditoriale con una ditta di import-export tra la Toscana e gli Stati Uniti d'America, che ben conosceva dato che il padre aveva lavorato alla Columbia University di New York dal 1923 al 1955. Ed americana era la sua moglie Virginia. (segue)

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media