Cerca

La crisi del debito

Spread a 313, il minimo dallo scorso aprile

La Spagna sta per chiedere aiuto, e il differenziale torna ai minimi dallo scorso aprile. Ma le manovre e i balzelli dei professori non c'entrano niente

Bene anche le Borse: Piazza Affari guadagna l'1,5 per cento. Nelle casse iberiche stanno per arrivare 45 miliardi di euro

17 Ottobre 2012

1
Spread a 313, il minimo dallo scorso aprile
Bene anche le Borse: Piazza Affari guadagna l'1,5 per cento. Nelle casse iberiche stanno per arrivare 45 miliardi di euro

Lo spread tra Btp decennali e Bund tedeschi chiude a quota 313 punti, un livello a suo modo storico: si tratta del minimo dallo scorso aprile, con un tasso che si assesta al 4,76 per cento. Merito delle manovre di Mario Monti o della legge di stabilità, la manovra mascherata che mina ulteriormente la stabilità delle famiglie? Niente affatto. "Merito" di Madrid, che è vicina a ricevere una linea di credito precauzionale, ed ha così fatto crollare i premi di rischio corrisposti da Roma e Madrid. Anche lo spread dei Bonos è crollato a quota 385, ripiegando di cinquanta punti rispetto al massimo di giornata (rendimento al 5,48%). La Spagna è pronta a chiedere un intervento soft al fondo salva Stati, 45 miliardi, che di fatto permetterebbero alla Banca centrale europea di dare il via all'acquisto di titoli di Stato fino a 3 anni sul mercato secondario, allentando la tensione sul costo del debito. L'annuncio dell'aiuto potrebbe arrivare già domani, giovedì 18 ottobre, in occasione del vertice europeo, ma i rumors sono stati accolti con entusiasmo dal mercato.

Bene le Borse - In parallelo al crollo dello spread, il rialzo dei mercati azionari: a Milano, Piazza Affari ha recuperato l'1,5%, Londra lo 0,69%, Parigi lo 0,79% e Francoforte lo 0,29 per cento. Significativa la performance di Madrid, in ascesa di 2,4 punti percentuali. Il fatto che Milano stia ritrovando ossigeno è testimoniato anche dai punteggi degli indici: l'Ftse Mib è a quota 16.233, mentre il complessivo All Share raggiunge i 17.139 punti. La possibilità che la Spagna sia la prima a richiedere gli aiuti del fondo salva-Stati ha ripercussioni positive anche sulla moneta unica: l'euro ha chiuso in deciso rialzo a 1,3123 dollari dopo aver toccato un record di seduta a 1,3136 dollari, il massimo da un mese a questa parte.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • sulin

    18 Ottobre 2012 - 12:19

    Come siamo contenti che le borse volino, sarà contento il compagno De Benedetti che vive di borsa, saranno contenti i suoi amichetti. Chissà come godono quelli che non trovano lavoro, e hanno una famiglia da mantenere, affitti,bollette e tasse varie. Chissà come sono contenti gli artigiani o le PMI che devono scappare all'estero per sopravvivere. Chissà come godono i pensionati con 400/500 € al mese. (Un "onorevole" li userebbe per il gas dell'accendino)Il fatto è che è tutta la classe politica che conduce la danza europea ad essere un fallimento. Se siamo nella merda tutti, non solo noi, è perchè chi ha gestito l'europa fino ad ora, non è all'altezza, anche se credono di essere la fine del mondo. Per colpa di questi inetti ora annaspiamo come dei naufraghi senza salvagente.

    Report

    Rispondi

Libia, Giuseppe Conte alla conferenza internazionale di Berlino: "Lavoriamo per il cessate il fuoco"

Matteo Salvini a Cattolica: "Chiederò alla Lega di votare sì al processo sulla Gregoretti"
Nicola Zingaretti, l'appello: "L'Emilia-Romagna si salva se combattiamo tutti insieme"
"Prima l'Italiano". Scopritelo su Camera con Vista 2020, inizio di anno movimentato per la politica italiana

media