Cerca

Economia

Agricoltura: Fava (Lombardia), direttiva nitrati norma ingiusta

8 Settembre 2014

0

Milano, 8 set. (Adnkronos) - "Sulla Direttiva nitrati sollecito il ministro delle Politiche agricole Maurizio Martina a intervenire al più presto nei confronti della Commissione europea e a cercare alleanze preziose con altri Paesi, a partire dalla Francia, i cui agricoltori stanno subendo gli stessi effetti di una normativa fuori tempo e fuori fuoco per i parametri imposti". A dirlo è l'assessore all'Agricoltura della Lombardia Gianni Fava, che ha scritto una lettera al primo ministro francese Manuel Valls, sostenendo la necessità di una "sinergia europea a tutela della zootecnia, motore dell'agricoltura e dell'agroalimentare dell'Unione europea".

Gli sforzi degli agricoltori transalpini sono stati riconosciuti dalla Corte di Giustizia europea, ma giudicati "insufficienti", tanto che la stessa Francia è stata condannata e la Commissione europea avrebbe inoltrato un secondo ricorso contro Parigi. La Francia ha annunciato di voler condurre studi scientifici per rivedere, su basi certe, la Direttiva nitrati, profondamente contestata dagli imprenditori agricoli d'Oltralpe e oggetto di un braccio di ferro col Governo francese.

"Non posso che condividere la linea del premier francese Valls - ha detto Fava -, che è la stessa seguita dalla Lombardia, dalla quale è emerso chiaramente che il mondo agricolo contribuisce appena per il 10 per cento all'inquinamento da azoto nitrico, pur pagando un prezzo elevatissimo". (segue)

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media