Cerca

Riassetto societario

Exor "si trasferisce" in Olanda: il colpaccio di Elkann e Marchionne

25 Luglio 2016

1
Exor "si trasferisce" in Olanda: il colpaccio di Elkann e Marchionne

Il Consiglio di Amministrazione di Exor, riunitosi oggi a Torino sotto la presidenza di John Elkann, ha deliberato di proporre agli azionisti una struttura societaria più semplice, che risponda meglio al crescente profilo internazionale della Società e dei suoi business. Lo si legge in una nota Exor. Il Consiglio di Amministrazione ha approvato il progetto di fusione transfrontaliera per incorporazione di Exor in Exor holding N.V., società olandese interamente controllata da Exor, che all'esito della fusione sarà la nuova società holding. Di fatto, continua a calare il "monte-tasse" che la holding pagherà in Italia.

Ogni azionista di Exor riceverà un'azione Ordinaria EXOR N.V., che attribuirà in diritto di voto per ogni azione Exor detenuta. Le Azioni Ordinarie Exor N.V. saranno quotate esclusivamente sul Mercato Telematico Azionario organizzato e gestito da Borsa Italiana. La nuova holding adotterà un meccanismo di fidelizzazione che premia gli azionisti di lungo termine: per ogni azione ordinaria Exor N.V. detenuta ininterrottamente per un periodo di 5 anni, gli azionisti avranno diritto, al termine di tale periodo, a 5
diritti di voto e, per ogni azione ordinaria Exor N.V. posseduta ininterrottamente per un periodo complessivo di 10 anni, gli azionisti avranno diritto, al termine di tale periodo, a 10 diritti di voto.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media