Cerca

Piemonte

Lavoro: addio capi e orario, con 2.0 la parola d'ordine e' collaborazione

3 Maggio 2013

0

Torino, 3 mag. (Adnkronos/Labitalia) - Addio ufficio, orario di lavoro, capi e controlli. Le tecnologie social e 2.0 stanno rivoluzionando i tradizionali modelli di organizzazione del lavoro verso uno schema fondato prevalentemente sul concetto di collaborazione. Questo il messaggio emerso dalla prima giornata del 'Digital for Job', la fiera del lavoro digitale che si e' aperta oggi a Torino, con una conferenza intitolata 'L'intelligenza collaborativa e la social organization', dedicata appunto ai modelli di organizzazione del lavoro in epoca digitale.

Il confronto dei relatori, infatti, si e' sviluppato intorno al tema del cambiamento dell'organizzazione del lavoro grazie all'apporto delle nuove tecnologie e dei social media. "Stiamo passando da un modello di tipo gerarchico, in cui pochi comandano e molti eseguono, a uno di tipo piu' collaborativo, partecipativo e meritocratico, che rovescia la tradizionale impostazione", ha spiegato Marco Minghetti, direttore scientifico per il Management 2.0 di Gso.

Molti dei relatori intervenuti hanno sottolineato, tuttavia, come l'aspetto fondamentale per lo sviluppo di un modello di organizzazione partecipativo e collaborativo sia prevalentemente di tipo culturale. In altre parole, in Italia, esiste un problema di cultura 2.0 piuttosto che di natura tecnologica. Non ha senso, e' stato osservato, implementare piattaforme tecnologiche interne e intranet aziendali molto spinte sul lato social e community, se poi, alla prime avvisaglie di interventi dei dipendenti non particolarmente graditi, si rischia di bloccare tutto. Prima, quindi, e' necessario creare nelle aziende italiane una cultura dell'organizzazione del lavoro di tipo social, si e' sottolineato, che faccia da volano, poi, all'utilizzo di adeguate tecnologie. (segue)

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Vela Verde di Scampia, iniziato l'abbattimento: Napoli dice addio al simbolo di Gomorra

Michele Miglionico e le "madonne lucane": alta moda, un omaggio alle tradizioni della sua terra
Coronavirus, i medici dello Spallanzani: "Continuano a migliorare i due cinesi, italiani in ottime condizioni"
Hanau, le terribili immagini subito dopo la sparatoria: 11 morti in Germania

media