Cerca

economia

Pensioni: Sacconi, donne più esposte a restare senza lavoro e previdenza

9 Maggio 0012

0

Roma, 6 nov. (AdnKronos) - "Sono le donne quelle più esposte a restare senza lavoro e senza pensione". Lo scrive nel blog dell'Associazione amici di Marco Biagi il presidente della Commissione lavoro del Senato, Maurizio Sacconi (Energie per l'Italia).

L'Istat, rileva Sacconi, "ha confermato di non disporre di rilevazioni sulle aspettative di vita connesse ai singoli lavori. D'altronde, non sarebbe sufficiente effettuare queste rilevazioni se non le si combinasse poi con una stima degli anni che per ciascun lavoro concorrono a definire una maggiore o minore longevità. Come al solito, quando ci si arrampica sugli specchi si scivola a terra. Né si può usare la discutibilissima categoria dei lavori "gravosi" perché privi di quella base scientifica che ha sostenuto invece i lavori "usuranti"".

Quindi, osserva Sacconi, "rimane tutto aperto il nodo della rigidità della Legge Fornero soprattutto per le donne cui è stata drasticamente alzata l'età di pensione senza che usualmente possano anticiparla con l'anzianità contributiva dati i loro percorsi discontinui di lavoro. Esse sono a rischio di restare senza lavoro e senza pensione. Sono quindi soprattutto le donne il problema e per esse vanno individuate soluzioni di uscita flessibile, almeno da una certa età. Si cominci con un aggancio non biennale ma triennale, come era prima, dell'età di pensione all'aspettativa di vita e con la riproposizione di opzione donna".

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media