Cerca

Ondata di rincari

Imu, Tari, Irpef: ondata di rincari. Le cifre del bagno di sangue: quanti soldi perderai

15 Aprile 2019

0
Imu, Tari, Irpef, stangata in arrivo. Aumentano le tasse locali

Imu, Irpef comunali e Tari. Dopo il blocco dei rincari del governo Renzi (dal 2016 al 2018) ora le tasse locali aumentano visto che la legge di Bilancio 2019, la prima dell'esecutivo gialloverde, sottolinea il Corriere della Sera, ha ridato la possibilità agli sindaci di ritoccare le cifre. Da una ricerca del centro studi Uil risulta, per esempio, che ad oggi già 24 città capoluogo su 54 hanno aumentato la Tari. Sul fronte delle addizionali Irpef, 250 comuni, cioè il 10,6% di quelli che finora hanno deliberato (2.352), hanno ritoccato al rialzo il prelievo. E altre 28 amministrazioni locali hanno aumentato l'Imu.

Nel 2018 tra Imu, Irpef comunale e Tari, la spesa media è stata di 1.340 euro a famiglia. Per l'Imu sulle seconde case, l'esborso e stato di 814 euro, per le addizionali Irpef di 224 e per la Tari di 302 euro. Roma è la più tartassata, con un prelievo medio di 2.267 euro a famiglia, seguita da Torino con 1.952 euro, Genova con 1.923, Milano con 1.888 e Napoli con 1.791 euro.

Tra i 250 che hanno già aumentato le addizionali Irpef ci sono due città capoluogo, Avellino (da 0,7 a 0,8 per cento) e Barletta (ha rialzato le diverse aliquote in rapporto agli scaglioni di reddito) mentre altre due, Mantova e Rimini, hanno abbandonalo l'aliquota piatta  per le aliquote progressive fino allo 0,8 per cento. Aliquote al massimo previsto per legge a Roma, Milano, Torino, Bari e Venezia. Sulla Tari, la Uil rileva aumenti in 24 capoluoghi: Imperia (+15,7%), Pisa (+8,9), Trieste (+6,9), Padova (+6,2), Udine (+5,9), Napoli (+3,1), Genova (+0,8) e Torino (+0,7).  

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media