Cerca

economia

Fisco: Assolombarda, tributi locali su imprese +8% in 7 anni (2)

23 Aprile 2019

0

(AdnKronos) - Secondo i dati del monitoraggio, Imu e Tasi rimangono sui valori del 2017. Un risultato determinato dalla Legge di Stabilità 2018 che ha imposto ai Comuni, già dal 2016, il divieto di aumentare le aliquote. Nessuna amministrazione le ha riviste al ribasso, ad eccezione di Fombio, che ha ridotto l’aliquota dell’Imu dei capannoni e degli uffici, e di Castiglione d’Adda, che ha abbassato l’aliquota Tasi dei capannoni. Dal 2012 gli importi dovuti per queste imposte sono cresciuti complessivamente dell’11,4% per gli uffici e del 22% per i capannoni.

L'addizionale Irpef, che il monitoraggio rileva per via dell’impatto sui dipendenti delle imprese del territorio, rimane sui livelli del 2017. Quasi la totalità dei Comuni ha confermato le aliquote dell’anno precedente. Solo Biassono, Cinisello Balsamo, Roncello, Borghetto Lodigiano, Cornate d’Adda e Fombio l’hanno ridotta. In leggero aumento, rispetto al 2017, gli oneri di urbanizzazione: +1% per gli uffici e +0,8% per i capannoni. Dal 2012 l’incremento complessivo è stato di circa il 6% per entrambe le tipologie di immobili.

Dall’analisi emerge, invece, una diminuzione della tassa sui rifiuti. Nel 2018, infatti, la Tari nei principali Comuni è diminuita in media dello 0,6% per gli uffici e dello 0,5% per i capannoni industriali. Complessivamente dal 2012 la tassa sui rifiuti è diminuita dello 0,2% per gli uffici e del 16,7% per i capannoni industriali.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Open Arms, Matteo Salvini sfida la Ong sui porti chiusi: "Se serve, vado in galera"

Open Arms, Salvini sfotte Richard Gere: "Ci dà dei razzisti, poi...". La vacanza in Italia, ciao migranti
Matteo Salvini svela le trame di Renzi e Boschi: "Il re è nudo. Quali sono i loro due soli scopi"
Open Arms, l'appello della Ong; "La situazione a bordo è insostenibile"

media