Cerca

veneto

Comuni: Cà Foscari, 273 procedure di crisi in cinque anni, 75 nel 2018 (3)

14 Giugno 2019

0

(AdnKronos) - L’articolazione regionale mostra una concentrazione territoriale del fenomeno. Se la media italiana è di circa il 10% di comuni che hanno visto nel periodo situazioni di criticità abbiamo regioni (soprattutto al Nord) che non ne hanno nessuno e casi come la Calabria, Campania e Sicilia, che ne hanno più di un terzo. L’andamento è crescente, in termini percentuali, al crescere della popolazione.

Crisi, tagli e governance da rivedere. “La crisi e riforme difficili da implementare hanno reso difficile la gestione dei municipi - commenta Marcello Degni, magistrato e docente a Ca’ Foscari - Autonomia di entrata, definizione dei livelli standard di spesa per l’erogazione di servizi relativi alle funzioni fondamentali (Livelli essenziali delle prestazioni, Lep) sono gli elementi cruciali per un efficace funzionamento del sistema di finanziamento degli enti locali. Ma sono anche fattori di grande criticità. Lep e fabbisogni standard, che dovrebbero consentire di valutare l’azione pubblica, sono ancora a uno stato embrionale. L’effetto dei tagli sul percorso di federalismo fiscale delineato dalla legge 42 del 2009 è stato devastante: gli istituti fondamentali di quel disegno ne escono svuotati o stravolti”.

“E’ necessario individuare nuovi modelli di governance del territorio, innovazione sociale e partecipazione, nella prospettiva della co-creazione - afferma Stefano Campostrini - Nei comuni le variabili in gioco sono tantissime, anche in piccole realtà, incommensurabilmente più numerose della più complessa realtà aziendale. Non è quindi imbrigliando la complessità che si può governarla, ma riconoscendola e trovando soluzioni necessariamente complesse per indirizzarla verso obiettivi comuni”.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media