Cerca

economia

Nautica, positivo incontro Toninelli-presidente Ucina

25 Giugno 2019

0

Roma, 25 giu. (AdnKronos) - Si è svolto oggi a Genova l'incontro fra il neo eletto Presidente di Ucina Confindustria Nautica, Saverio Cecchi, e il Ministro delle Infrastrutture e Trasporti, Danilo Toninelli. Fra i temi dell’incontro il Decreto correttivo al Codice della nautica, finalizzato a completare l’opera di semplificazione normativa ottenuta da Ucina con il Decreto legislativo 229/2017, e l’implementazione del registro telematico.

In particolare, Ucina richiede, con riferimento alle dotazioni di sicurezza, la semplificazione di alcune prescrizioni per le unità che navigano in acque Sar italiane e che si dotano di dispositivi di geolocalizzazione; relativamente agli adempimenti amministrativi, snellimenti degli adempimenti per le unità da diporto in uso commerciale anche per i natanti; con riferimento alle professioni, l’introduzione della distinzione tra la figura dell’istruttore professionale di vela e le attività sportive dilettantistiche; per le infrastrutture, il riconoscimento del dry storage come strutture della nautica da diporto. Non ultima la questione della guida senza patente di alcuni motori 2 tempi a iniezione diretta, a oggi esclusi.

“Ringrazio il signor Ministro, che ho già invitato all’inaugurazione del Salone Nautico il prossimo 19 settembre, per l’attenzione che mi ha voluto riservare all’indomani della mia nomina al vertice dell’Associazione di categoria di Confindustria”, commenta soddisfatto Cecchi. "E' stato un incontro più che positivo, anzi direi operativo, perché il Ministro era perfettamente informato di tutti i dossier che riguardano lo sviluppo del settore”.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Migranti, il premier Conte in Senato: "Accordo di Malta non risolutivo"

Tafida, la grande sfida del Gaslini: ricoverata a Genova la bimba affetta da lesione cerebrale
L'aria che tira, Luigi Di Maio travolto da Carlo Calenda: "Show ridicolo, dimissioni immediate"
Eutanasia, i radicali "cercano malati terminali" per lo spot. La rabbia di Pro Vita & Famiglia

media