Cerca

L'editoriale

Vittorio Feltri: Rassegnamoci, siamo la mammella di tutto il Sud

21 Luglio 2019

0
Vittorio Feltri

Il foggiano Conte, presidente del Consiglio dei ministri, e Di Maio, responsabile del Lavoro che non ha mai svolto, sono contrari alla autonomia regionale e fanno imbufalire Zaia e Fontana, rispettivamente governatori del Veneto e della Lombardia. I quali sono ottimi amministratori e sanno spendere i fondi a vantaggio della gente, ma vengono sfottuti dai due succitati meridionali perché intendono migliorare le condizioni di vita dei loro concittadini.
Non mi stupisco che il pugliese e il partenopeo siano ostili alla indipendenza veneta e lombarda. Costoro sono costituzionalmente mantenuti da sempre dai settentrionali e non ne vogliono sapere di tagliare il cordone ombelicale che li lega al Settentrione per motivi alimentari, di sopravvivenza.
I terroni in pratica intendono comandare sui polentoni non per motivi antropologici, ma economici. Senza i nostri quattrini i primi morirebbero di fame, dato che non sono capaci che di produrre deficit, pertanto vedono nell' autonomia una sorta di minaccia di morte civile.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Scontri tra black bloc, gilet gialli e polizia alla marcia per il clima a Parigi, fiamme sugli Champs-Elysées

Matteo Salvini, chiesta archiviazione per la Gregoretti: "Vediamo se il tribunale dei ministri ribalta tutto"
Clima, Greta Thunberg all'Onu: "Noi giovani uniti e inarrestabili" 
Giuseppe Conte

media