Cerca

L'editoriale

Vittorio Feltri: L'ultima di Di Maio, si fa crescere la barba e diventa musulmano

5 Gennaio 2020

0
Vittorio Feltri

Vittorio Feltri

Trump ha scatenato l' inferno in Iran per uccidere il tristemente famoso boia Soleimani e, insieme con molti applausi, inclusi i nostri, ha ricevuto altrettanti insulti, come se avesse compiuto una strage gratuita. In realtà il presidente Usa, uomo di successo, ha fatto fuori un personaggio noto nel mondo per la sua propensione ai massacri seriali, un odiatore degli Stati Uniti, organizzatore indefesso di attentati terroristici. Ma il governicchio privo di dignità, attraverso le dichiarazioni del sedicente ministro degli Esteri, tale Di Maio, si è subito schierato a favore del bandito islamico e, quindi, contro la Casa Bianca. Motivo? Ignoto.

Leggi l'editoriale integrale di Vittorio Feltri su Libero in edicola oggi

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

"Se ne deve andare". La meloniana in aula con mascherina, insultata  "Vengo da Milano, e..." 

Coronavirus, controlli a Casalpusterlengo: ritardi nei treni a Milano
Coronavirus, Beppe Sala: "Rispettate le regole e niente corse ai supermercati per accaparrarsi cibo"
Coronavirus, Franco Bechis contro Giuseppe Conte & Co: "Cosa diceva il premier, chi sono i veri sciacalli"

media