Cerca

Cosa non torna

Notre-Dame, il bruttissimo dubbio su Papa Francesco: mentre la chiesa bruciava...

17 Aprile 2019

2
Papa Francesco

Mentre la cattedrale di Notre Dame crollava travolta dalle fiamme, dal Vaticano Papa Francesco ha taciuto a lungo, tutta la sera, fino alla notte, parlando per la prima volta solo al mattino seguente. Fuori dalla chiesa, simbolo della cristianità, una folla spontanea si era raccolta per pregare, davanti a quel rogo che sembrava impossibile da domare. E invece dal Papa neanche una parola.

I primi a parlare sono stati i vescovi francesi, riporta Il Giornale, come il nuovo presidente Eric de Moulins-Beaufort, che ha ricordato come "niente su questa terra è fatto per durare per sempre". Lo hanno seguito i vescovi italiani, che hanno inviato "un abbraccio fraterno" all'arcivescovo di Parigi, come hanno fatto pure quelli di Vienna e Londra.

Hanno parlato praticamente tutti, ma Papa Francesco no, nonostante stesse bruciando la seconda chiesa più visitata dopo San Pietro, nonostante lui fosse spesso solerte a lanciare moniti a favore, per esempio, dei migranti. Solo nella tarda serata di lunedì dal Vaticano è arrivato un messaggio striminzito in cui si annuncia che "la Santa Sede ha accolto con choc e tristezza la notizia del terribile incendio", che ha devastato un "simbolo della cristianità".

Il giorno dopo arriva un tweet del portavoce ad interim, Alessandro Gisotti, che informa come "il Papa è vicino alla Francia, prega per i cattolici francesi e per il popolo di Parigi" e "assicura la sua preghiera a tutti coloro che si stanno impegnando per far fronte a questa drammatica situazione". Bisognerà aspettare le 12.40 del martedì perché le agenzie scrivano di un telegramma inviato dal Papa a monsignor Michel Aupetit, arcivescovo di Parigi. A 18 ore dall'incendio, che evidentemente interessa meno la Santa Sede di altri temi.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Artaserse

    17 Aprile 2019 - 12:12

    Adesso manca solo San Pietro: chissà se presto non diventerà la più grande moschea esistente e i palazzi vaticani delle belle madrase? Quanto a Santa Marta si potrebbero ricavare tanti begli alloggi per gli imam? Francesco? Beh, torni in Argentina dove lo accoglierebbero a braccia aperte.........o forse no?

    Report

    Rispondi

  • barry

    17 Aprile 2019 - 11:11

    Mi piacerebbe tanto chiedere all'argentino cosa ne pensa dei festeggiamenti indetti dai suoi amici islamici mentre Notre Dame bruciava...

    Report

    Rispondi

media