Cerca

Obama incontra Napolitano

"Italia amica dell'America"

8 Luglio 2009

1
Obama incontra Napolitano
"Il governo italiano è un vero, grande amico degli Stati Uniti". Il presidente americano Barack Obama, incontra al Quirinale il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, e parla degli ottimi rapporti che intercorrono tra l'Italia e gli Usa: "Il governo italiano è un vero, grande amico degli Stati Uniti su tanti temi importanti e Italia e Usa lavorano fianco a fianco". Il colloquio tra l'inquilino della Casa Bianca e quello del Colle è durato 45 minuti e si è tenuto nello Studio alla Vetrata del Quirinale. Napolitano al fianco del  Obama ha dichiarato che in Italia "l'adesione alle fondamentali scelte di collocazione internazionale è larghissimamente condivisa da moltissimo tempo e recentemente il consenso si è esteso anche per quanto riguarda la partecipazione alle missioni internazionali in zone di crisi". "Ho confermato il nostro impegno in Afghanistan e di questo - ha aggiunto Napolitano - il presidente Obama mi ha ringraziato".
Obama ha parlato anche del G8, sottolineando più volte che "il governo italiano ha dimostrato una forte leadership" e promettendo che gli Stati Uniti forniranno aiuti economici e di altro tipo come borse di studio agli abitanti dell’Aquila per la ricostruzione della zona devastata dal terremoto.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • kartuno

    10 Luglio 2009 - 09:09

    Sarà un Leader, un Grande ... però è ache un "vastasuni". Ched vuol dire? In lingua sicula, "'u vastasu" è il tipo rozzo, maleducato, zotio, privo di rispetto. Ho visto alla "tivi" il momento in cui Obama e Napolitano si soffermano davantgi ai giornalisti, prima di sedersi sulle poltroncine frontiste : Obama "'u vastasu", senza rispetto per il nostro Capo di Stato, peraltro più anziano, "s'assetta pi' prima" (da Montalbano "Gli Arancini" : "si siede per primo"), senza neanche attendere l'invito a prendere posto (come è normale attendere!), così dimostrando un dispregio verso la canuta età di Napolitano e, spero di no, anche verso il suo Ospite. Ora. Se queste sono le premesse e se Obama si sente "superiore" ad ogni altro Capo di Stato, può credersi alle promesse di aiutare veramente gli inferiore Paesi africani? Se all'Italia ha dimostrato tale dispregio, con i Leader africani discuterà dopo averli fatti fustigare? Naaaaa ! Non può essere così! E allora? Un poco di scuola di Galateo gl,i farebbe bene!

    Report

    Rispondi

media