Cerca

Nuova influenza, l'Oms avverte

"La pandemia è inarrestabile"

13 Luglio 2009

5
Nuova influenza, l'Oms avverte
"La pandemia di nuova influenza non si può fermare". L'allarme è stato lanciato dall'Oms, l'Organizazione mondiale della Sanità, secondo la quale "a questo punto occorre adattare la strategia di contrasto alle situazioni nazionali, tenendo presente comunque la necessità di immunizzare gli operatori sanitari per garantire l'assistenza alla popolazione nel corso della prossima stagione influenzale, in autunno". A illustrare le indicazioni emerse dal recente incontro del Comitato di specialisti sull'influenza dell'Oms, la settimana scorsa, è Marie-Paule Kieny, direttore Initiative for Vaccine Research dell'Oms, nel corso di una teleconferenza da Ginevra. Gli esperti però garantisce la Kieny, stanno raccogliendo dati sul comportamento del patogeno responsabile della nuova influenza nei pazienti di varie classi di età: "Informazioni che già in settembre, alla vigilia della stagione influenzale, saranno disponibili e ci permetteranno di produrre raccomandazioni specifiche", spiega la responsabile Oms. Al momento gli operatori sanitari sono il "gruppo prioritario dal punto di vista della vaccinazione protettiva contro il virus H1N1".

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • allengiuliano

    15 Luglio 2009 - 14:02

    Il mio italiano pùo essere poco corretto, ma la sostanza della mia libera espressione non cambia. Le fabbriche che producono i vaccini sguazzano nell'oro quando arrivano le "pandemie/epidemie". Noi della nostra era siamo sfortunati, caro Gasparotto, visto che in quattro anni ne abbiamo avute due. Aviaria e AH1N1 in parole povere quella dei maiali. Mi scuso se all'inglese ti do del tu, ma dopo aver vissuto per qualche anno nel Regno Unito perdo a volte il senso della lingua italiana. Il mio scritto non voleva essere un "disimpegno/disinteressamento" da parte della gente sul vaccino, ma una osservazione sul costo del materiale e sul costo che la gente paga. L'importo della ricerca sulle pandemie è medio/basso al confronto di quello di malattie secolari. Mi spiace doverlo dire, ma l'OMS è come la FAO, i soldi in ricerca e quelli dati per sfamare la gente vengono nella maggior parte "mangiati" da burocrati e dirigenti delle stesse organizzazioni.

    Report

    Rispondi

  • gasparotto

    14 Luglio 2009 - 10:10

    Non sottovaluti la AH1N1,swine,F.Giuliano. Comunque sappia che il vaccino non è obbligatorio è solo consigliabile. E se lei non lo vuole fare , liberissimo. Ha forse dimenticato il tanto citato art.32 della costituzione? Nessuno, senza il consenso è tenuto...etc.etc..Tanto che anche le vaccinazioni obbligatorie per legge, hanno subìto ricorsi alla magistratura , forti di quell'art. PS Per favore non scrivete più fa con l'accento. Molti lo fanno. E poi ad ippocondriaci, ci va una sola p. Altrimenti richiama coloro che vanno a cavallo anzichè persone malate immaginarie o melanconiche. E' solo un consiglio amichevole.Non se ne abbia a male! PS Le riporto da Wikipedia: "una pandemia è una epidemia di virus influenzale che si espande SU SCALA MONDIALE ed infetta una grande porzione della popolazione umana. A differenza delle normali epidemie stagionali le pandemie avvengono irregolarmente e ne compaiono circa tre in ogni secolo. Possono provocare alti livelli di mortalità come testimoniato dalle ultime pandemie influenzali che sono avvenute nel XX secolo. L'influenza spagnola nel 1918 causò 50milioni di morti, l'influenza asiatica nel 1957 e l'influenza di Hong Kong del 1968. Le pandemie avvengono quando un nuovo ceppo del virus dell'influenza viene trasmesso all'uomo da un'altra specie animale. Le specie importanti nel generare un nuovo virus umano sono i suini le galline e le anitre." Per cui F.Giuliano non confondere Le epidemie con le pandemie, che hanno pure la loro importanza, ma non come le epidemie. E questo virus è una di quelli cattivi,parente stretto dell'asiatica del 1918. Io non sottovaluterei. E l'OMS è cosa seria, molto seria, diramata in tanti continenti ed ha tanti osservatori e filtri, nei porti, negli aeroporti, ovunque. Guai se non ci fosse.

    Report

    Rispondi

  • gasparotto

    14 Luglio 2009 - 10:10

    Non sottovaluti la AH1N1,swine,F.Giuliano. Comunque sappia che il vaccino non è obbligatorio è solo consigliabile. E se lei non lo vuole fare , liberissimo. Ha forse dimenticato il tanto citato art.32 della costituzione? Nessuno, senza il consenso è tenuto...etc.etc..Tanto che anche le vaccinazioni obbligatorie per legge, hanno subìto ricorsi alla magistratura , forti di quell'art. PS Per favore non scrivete più fa con l'accento. Molti lo fanno. E poi ad ippocondriaci, ci va una sola p. Altrimenti richiama coloro che vanno a cavallo anzichè persone malate immaginarie o melanconiche. E' solo un consiglio amichevole.Non se ne abbia a male! PS Le riporto da Wikipedia: "una pandemia è una epidemia di virus influenzale che si espande SU SCALA MONDIALE ed infetta una grande porzione della popolazione umana. A differenza delle normali epidemie stagionali le pandemie avvengono irregolarmente e ne compaiono circa tre in ogni secolo. Possono provocare alti livelli di mortalità come testimoniato dalle ultime pandemie influenzali che sono avvenute nel XX secolo. L'influenza spagnola nel 1918 causò 50milioni di morti, l'influenza asiatica nel 1957 e l'influenza di Hong Kong del 1968. Le pandemie avvengono quando un nuovo ceppo del virus dell'influenza viene trasmesso all'uomo da un'altra specie animale. Le specie importanti nel generare un nuovo virus umano sono i suini le galline e le anitre." Per cui F.Giuliano non confondere Le epidemie con le pandemie, che hanno pure la loro importanza, ma non come le epidemie. E questo virus è una di quelli cattivi,parente stretto dell'asiatica del 1918. Io non sottovaluterei. E l'OMS è cosa seria, molto seria, diramata in tanti continenti ed ha tanti osservatori e filtri, nei porti, negli aeroporti, ovunque. Guai se non ci fosse.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

media