Cerca

Borsellino, il Copasir chiede

gli atti dell'omicidio

31 Luglio 2009

2
Borsellino, il Copasir chiede
Il Comitato di controllo sull' attività dei Servizi segreti (Copasir) si occuperà delle novità che stanno emergendo dall'inchiesta della Procura di Caltanissetta sulla strage di via d'Amelio in cui morì il giudice Paolo Borsellino. Lo ha annunciato il presidente del Copasir Francesco Rutelli sottolineando di aver già incontrato il presidente della Commissione Antimafia Giuseppe Pisanu per coordinare i lavori.
“Ho parlato con il procuratore di Caltanissetta Sergio Lari - ha spiegato Rutelli - e ho concordato che una volta completata l'analisi della documentazione che ha nei suoi uffici, per la quale ci vorranno alcune settimane, tutte le eventuali informazioni riguardanti nel passato funzionari dei Servizi segreti, saranno oggetto di una sua informativa e di una sua audizione al Copasir”.
Critiche al premier - Da parte di Rutelli non è mancato un accenno polemico nei confronti del premier Berlusconi, criticato per essersi mai presentato di fronte alle continue richieste: “Abbiamo rivolto ripetutamente l'invito al presidente del Consiglio, ma non ha trovato il tempo di venire al Copasir: e, invece, credo che sia necessario che venga perché lo prevede la legge ed è lui il responsabile della politica di intelligence”, ha detto Rutelli a margine della presentazione della relazione al parlamento sull'attività dell'organismo. “Abbiamo già rivolto la richiesta - ha ribadito Rutelli - e ora la reiteriamo anche formalmente con la relazione consegnata al parlamento”.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • giovannib

    01 Agosto 2009 - 21:09

    ma come sig rutelli prima dite che Berlusconi è sempre dappertutto e ve ne lamentate e adesso lei lo ritiene indispensabile per fare cosa o forse la sua commissione non ha le capacità funzionali per dare corso ad un'indagine parlamentare? Si vergogni e si faccia sostituire se non ha il coraggio di prendere decisioni

    Report

    Rispondi

  • rugantino

    31 Luglio 2009 - 18:06

    Rutelli ha definito la strage dell'estate del 1992 "ancora bruciante nonostante sia lontana nel tempo" --- Poveri noi, si è mosso quel trombato e patetico del belloccio de roma -- gli hanno dato quel giocattolone del copasir con cui giocare e 'minkieggiare' gli italici - serve a distogliere l'attenzione pubblica dalle 'disavventure' giudiziarie sinistre attuali, il classico piano di riserva quando si incorre in qualke malanno sx! Stesso copione, i grandi MAESTRI - straveneranti dalla dottrina becero kattoarianakommunistoide, quelli della centrale dell'informatia unika: Unità, Manifesto, Espresso, Repubblica, Korsera ecc. eccoli al lavoro...., rimiskiare i cervelli agli utili ed inutili italioti, tanto da renderli tutti... beoti e conteneti !! KONTRORDINE KOMPAGNY - oscurare distrarre e divagare - quelle menti italiote ancora in catalessi, si deve parlare d'altro montando a dovere il ricordo di una vecchia strage: " è una strage tutt'ora bruciante .."; odioso ipokrita; perchè per quel vomite..vole essere ci sono stragi non più ... brucianti? vedi: piazza Fontana: tutto kiaro; omicidio Moro: tutto kiarito; Staz. di Bologna: furono dei... teppistelli; Falcone: meglio non parlarne - erano più i mafiosi o gli anti-mafiosi a volerlo liquidare? non avremo mai risposte .. se non quelle dei mafiosi; e tante altre tra cui la doppia strage di Fiumicino, nel'73 ed '85 su queste due ultime stragi dovremmo meditare molto e .... ricordare, ovvero al modo con cui veniva gestita all'epoca una certa emergenza: impunità in cambio di ... e poi, sappiamo o non sappiamo che le Kommissioni parlamentari servono a ... SEPPELLIRE LE VERITA' ??

    Report

    Rispondi

media