Cerca

Firenze, prima condanna

per reato di immigrazione

24 Agosto 2009

1
Firenze, prima condanna
Un cittadino giordano è stato condannato a pagare una sanzione di 5.000 per reato di clandestinità. Da Firenze giunge la prima condanna da parte del giudice di pace nei confronti di un clandestino, secondo quanto previsto dalle misure di sicurezza adottate dal governo.
La sentenza - Il giudice ha accolto la richiesta del pm che si è orientato a far comminare all'extracomunitario la sanzione in denaro anziché l'espulsione dal territorio italiano. L'extracomunitario in questo momento è detenuto nel carcere di Sollicciano dopo che a Ferragosto era stato arrestato dai carabinieri per il furto di una bicicletta, reato per il quale, in un procedimento distinto da quello davanti al giudice di pace, ha patteggiato nei giorni scorsi una condanna a tre mesi di carcere.
Stamani il giordano si è presentato in udienza scortato da agenti di polizia penitenziaria e con l'avvocato d'ufficio. Al giudice di pace ha raccontato di essere in Italia da quattro anni e di lavorare nel negozio di pellami di un cugino. La condanna porta però a galla alcuni dubbi sull’iter di possibili provvedimenti di espulsione una volta scontata la pensa in carcere per furto.
Altri casi - Nell'udienza era anche previsto di trattare le posizioni di una quarantina di immigrati controllati e denunciati finora per clandestinità dalle forze dell'ordine a Firenze, ma il giudice, in accordo con i legali difensori degli imputati, ha applicato la sospensione feriale dei termini processuali rinviando così tutti i procedimenti ad una nuova udienza fissata per il prossimo 25 settembre.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • LuciaFirenze

    24 Agosto 2009 - 18:06

    Una sanzione di 5.000 per reato di clandestinità! Il ladro di biciclette, dove li trova 5000 euro? La sanzione non la pagherà mai e tra tre mesi uscirà di galera, nemmeno Lucignolo nel paese dei balocchi si trova tanto a proprio agio come i clandestini in Italia, l'opzione all'espulsione è un'istigazione a delinquere, boh, i magistrati lo faranno per mantenersi il lavoro!

    Report

    Rispondi

media