Cerca

Di Pietro chiede l'aiutino

"L'Europa fermi il dittatore"

22 Settembre 2009

37
Di Pietro chiede l'aiutino
Di Pietro ha chiesto all'Europa di aiutare l'Italia, perché lui da solo non ce la fa. Il Paese è in mano a un dittatorello, e l'Ue, organo istituzionale improvvisamente importante per il leader dell'Idv, è pronto a consegnarlo. Per il bene della libertà. «Abbiamo sottoposto all'attenzione del Parlamento europeo il problema della libertà d'informazione che tiene sotto scacco il nostro Paese. Vogliamo troppo bene a questa Italia per permettere al primo dittatorello di turno di fare carta straccia della Costituzione e di calpestare tutti i principi fondanti la nostra democrazia», ha detto infatti l'onorevole in una nota. «È un momento difficilissimo per le istituzioni - prosegue - per gli uomini liberi, per tutti quei giornalisti dalla schiena dritta e per chi porta avanti l'opposizione. Il Presidente dell'Alde, l'ex premier belga Guy Verhofstadt, ha richiesto, insieme ai nostri eletti dell'Italia dei Valori, al Parlamento europeo di aprire un dibattito, che si terrà il 7 ottobre, e il 21, a Strasburgo, ci sarà la votazione di una risoluzione sul tema. Quello che sta accadendo in Italia è di una gravità inaudità, quindi, oltre a sostenere con forza la manifestazione del 3 ottobre indetta dalla Fnsi, chiediamo a gran voce a tutta l'Europa di non abbandonarci».

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • STATOLIBERO

    28 Settembre 2009 - 10:10

    - NON E' CHE QUELLO CHE DICE DI PIETRO SIA UNA FESSERIA, PERO' E' RIDICOLO CHE UN PAESE CHE HA UNA STORIA COME L'ITALIA E UNA CULTURA COSI' ANTICA E FORTE ABBIA BISOGNO DI DIFENDERSI DA UNA PERSONA COME BERLUSCONI CHIAMANDO IN CAUSA L'EUROPA. - PER CASO SIAMO IN UNA DITTATURA PER FARE UNA RICHIESTA SIMILE? - E CHI SIAMO NOI PER NON DARCI CONTO SE DOVESSE SUCCEDERE DI ESSERE GOVERNATO DA UN DITTATORE.POTREMMO BENISSIMO VOTARE CONTRO IN UN CASO SIMILE. - PER CASO QUALCUNO HA CERCATO DI CHIUDERE DELLE TRASMISSIONI CHE PARLANO CONTRO GLI INTERESSI DEL GOVERNO? NON MI SEMBRA - SPERO PRESTO GLI ITALIANI SI RENDANO CONTO DI CHE PASTA SONO FATTI I LORO DIRIGENTI E APRANO GLI OCCHI. DI PIETRO UN UN POVERACCIO CHE NON SA PARLARE, ESASPERATO DAI PROBLEMI DI QUESTO BEL PAESE E CHE HA PERSO OGNI COGNIZIONE SU COME SI PARLA PUBBLICAMENTE. PERO IL CONCETTO CHE ESPRIME NON HA NULLA DI STRANO.

    Report

    Rispondi

  • giannibrizzi

    28 Settembre 2009 - 10:10

    Il Pol Pot italiano che rappresenta una misera percentuale di Italiani,un criminale mafioso che della menzogna ha fatto il suo cavallo di battaglia. Un pericoloso individuo che bada ai suoi interessi personali senza alcun rispetto per il prossimo. Fermiamolo!!!

    Report

    Rispondi

  • freereader

    28 Settembre 2009 - 09:09

    Tonino il contadino, quando va in Europa, ci fa fare a tutti quanti la figura dei cugini di campagna. Proprio non si può farlo stare zitto, magari con due scappellotti dietro la testa?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

media