Cerca

G8, assalto alla scuola Diaz

Assolti De Gennaro e Mortola

7 Ottobre 2009

7
G8, assalto alla scuola Diaz

Ne escono puliti. Il giudice per l'udienza preliminare di Genova Silvia Carpanini ha assolto per non aver commesso il fatto l'ex capo della Polizia Gianni De Gennaro e l'ex dirigente della Digos di Genova Spartaco Mortola dalle accuse di aver indotto alla falsa testimonianza l'ex questore di Genova Francesco Colucci in riferimento all'irruzione della Polizia nella scuola Diaz durante il G8 del 2001. I pubblici ministeri Enrico Zucca e Francesco Cardona avevano chiesto due anni di reclusione per De Gennaro e un anno e quattro mesi per Mortola. Ancora nel mirino, invece, l'ex questore di Genova Francesco Colucci: per lui rinvio a gudizio.

Gasparri: "Confermata campagna denigratoria" "L’assoluzione del prefetto De Gennaro e del dirigente della Digos di Genova”, secondo il presidente del gruppo PdL al Senato, Maurizio Gasparri, “dimostra che per anni è stata organizzata una immotivata campagna di denigrazione delle forze dell’ordine, che a Genova nel 2001 difesero la legalità da un’autentica sommossa che sconvolse la città. Anni ed anni di processo e di polemiche basate sul nulla. Rinnoviamo in questa occasione la solidarietà alle forze dell’ordine baluardo della democrazia in Italia".

Mantovano: "Smentita teoria del complotto" "La sentenza che assolve il prefetto De Gennaro non è solo un atto di giustizia che rende merito al diretto interessato". Lo ha detto il sottosegretario agli Interni Alfredo Mantovano. "È l’ennesima smentita del teorema del complotto, costruito da qualche pm: singoli appartenenti alle forze di polizia possono sbagliare, e se sbagliano è ovvio che paghino. Ma il sistema è sano, a cominciare dai suoi vertici. La sentenza di Genova è un’ulteriore certificazione in questa direzione".

 

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • theing

    08 Ottobre 2009 - 18:06

    Tutti si sono "casualmente" dimenticati che nessuno aveva autorizzato questi rompicoglioni a bivaccare dentro ad una scuola (tanto ci sono i lavoratori che con il loro sudore provvederanno alle tasse per pagare chi pulisce...). In quanto alla magistratura, il rispetto se lo deve guadagnare e non sarà qualche giudice che fa il proprio dovere a pagare il debito di DECENNI di uso politico dell'istituzione o di tolleranza di personaggi socialmente pericolosi che vi vengono lasciati in libertà. Provate ad averci a che fare, poi ne riparliamo.

    Report

    Rispondi

  • S.Winston

    08 Ottobre 2009 - 13:01

    gitex è l'esempio lampante di gente che non sa di cosa parla ma lo fa, giusto per dare aria alla bocca......cosa centrano i black block con le persone che dormivano indifese dentro una scuola e che sono state manganellate a sangue...

    Report

    Rispondi

  • Indietrotutta

    07 Ottobre 2009 - 16:04

    dovrebbe far ricredere tutti coloro che vedono rosso nella magistratura. Noto con piacere che gli esponenti del centrodestra ora parlano della sconfessione della teoria del complotto nei confronti dei manifestanti di Genova ed applaudono alla decisione del Giudice che ovviamente non viene definito "toga nera". Tutt'altra musica quando un giudice osa inquisire o condannare un esponente di centrodestra, in tal caso la toga diventa subito rossa e riemerge la teoria del complotto. Io sono del parere che TUTTE le decisioni della magistratura, anche se criticabili, vadano comunque rispettate e, soprattutto, non devono servire per screditare l'istituzione a proprio usio e consumo.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

media