Cerca

Versione di latino su Silvio

La prof: "Mi hanno diffamata"

13 Novembre 2009

18
Versione di latino su Silvio
Adesso piange, urla alla diffamazione e alla calunnia Angela Di Nanni, la professoressa di Trani finita sulle prime pagine di tutti i giornali per aver dato ai suoi alunni una versione di latino "al veleno" su Berlusconi. Oggi però si difende, e spiega: "nel testo che ho fatto tradurre il nome Berlusconi non c'era perché il titolo non l'avevo dato ai ragazzi». Peccato però, che a smentirla ci sia il testo stesso della versione, che contiene il nome del Presidente del Consiglio per ben due volte. Poi prosegue: "a me iinteressava il periodo che comincia da 'tribunal' in poi, con la sentenza della corte costituzionale, mi interessava dal punto di vista del tipo di costrutto sintattico, appena spiegato ai ragazzi". Già, peccato che la frase no regga senza il soggetto. E cioé quel  Silvius Berlusconi presente nella prima riga. La professoressa, però, si sente offesa. "La frase sul "latino fai da te" è offensiva, perché io faccio studiare e tradurre i classici. Questo era un modo per iniziare con una classe che ho preso quest'anno». «Quanto accaduto è grave - conclude - e sono convinta che i miei ragazzi non c'entrino, apprezzo la loro solidarietà e quella dei colleghi e del preside, amo il mio lavoro, lo faccio anche dedicandogli, gratuitamente, il mio tempo libero, e non mi sarei mai immaginata nulla di simile". I suoi alunni, forse, potrebbero dire lo stesso.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • sarafra

    19 Novembre 2009 - 23:11

    La poverina ,tra le lacrime,si difende. "Questo era un modo per iniziare con una classe che ho preso quest'anno". Chi bene inizia è a metà dell'opera! e.......non è la sola. La prof.sa che è proibito indottrinare e plagiare gli alunni e che è loro riconosciuto il diritto di libertà di coscienza? genitori svegliatevi!

    Report

    Rispondi

  • c.brandani

    18 Novembre 2009 - 18:06

    E'solita lagna poveniente da sinistra: aggrediscono e poi si dichiarano aggrediti. Questa Profe nega l'evidenza. Il suo intento é stato quello di fare politica e non cultura, soprattutto non del latinorum. A casa certi professionisti che lanciano il sasso e nascondono la mano. Non é serio per i ns. giovani: non devono avere preconcetti già alla loro età. Avranno tempo e modo di farseli col tempo. Vergogna.

    Report

    Rispondi

  • brasskit

    18 Novembre 2009 - 18:06

    In tempis antichis Nostradamus avevat profetizzatum chem in annis 2000 in Italia maleficus homo, nomine Sylvius, totam societatem guastaturum esseret. Toti alteri politici boni et fini, Sylvius peximus et malandrinus. Credo che con questo latino da voto zero, e sarebbe ancora regalato, la cara professoressa di Trani mi avrebbe dato 10, perchè a lei quello che interessa è il contenuto sintattico, il contenuto, non tanto la sintassi, quella si farà con il tempo. Mala tempora currunt.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

media