Cerca

Ricerca, Napolitano insiste:

"Più risorse e meno parole"

23 Novembre 2009

9
Ricerca, Napolitano insiste:

“Per uscire dalla crisi è fondamentale investire in innovazione e ricerca”. Lo ha ribadito il presidente della Repubblica  Giorgio Napoletano, visitando il nuovo stabilimento romano di Selex Sistemi Integrati. “C’è la necessità - ha detto il presidente - di investire in ricerca e innovazione, perché su questo ci giochiamo il nostro futuro, anche per uscire dalla crisi in condizioni migliori di come ci siamo entrati”.

Tra il dire e il fare c’è però spesso di mezzo, se non il mare, una differenza notevole. Napolitano ha sottolineato che per questi investimenti “servono risorse pubbliche e private” e ha auspicato che “su questo tema si registri il massimo dell'unità possibile tra le forze politiche e istituzionali”. È quanto lamenta il Capo dello Stato, intervenendo all’inaugurazione del Centro di eccellenza di grandi sistemi dell'azienda di sistemi integrati del gruppo Finmeccanica. “Investire nella ricerca e nell'innovazione è una necessità che non dovrebbe avere molto bisogno di essere sottolineata, tanto è evidente il fatto che qui ci giochiamo il nostro futuro - ha aggiunto - Solo che il riconoscimento non lo negherà nessuno sul piano delle enunciazioni; nessuno negherà che gli investimenti nella ricerca e nell'innovazione sono fondamentali. Ma poi, fra le parole e i fatti, c'è una differenza notevole: quindi, bisogna insistere”. Il presidente della Repubblica sottolinea infatti che “su questi temi, oggi, ci giochiamo il nostro futuro. L'impegno sia privato che pubblico garantisca dunque il necessario flusso di risorse”.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • blues188

    25 Novembre 2009 - 16:04

    antari, uffa, salti sempre di palo in frasca. Proprio sempre, e non fai mai centro nel discorso in oggetto. Peccato! Sicuramente le supposte alle quali accenni (è quasi normale proiettare le proprie esperienze quale base e misura di comportamento sul prossimo) e di cui appunto, a quanto si coglie, fai uso intenso ti tolgono quel minimo di necessarie lucidità e serenità. Prova a metterti semplicemente a dieta e lascia stare i prodotti farmacologici da assumere per via rettale. Gli effetti sgradevoli non li avverti tu, ma noi che ti leggiamo. Per quanto riguarda me, non prendo nessuna medicina, neppure le aspirine (grazie al Cielo). Con simpatia. :-)

    Report

    Rispondi

  • fonty

    fonty

    24 Novembre 2009 - 16:04

    Ha ragione il presidente,ma dovrebbe anche dimostrare con i fatti cosa dice.Cioè,tagliare una fetta del milione di euro annuali di appannaggio che gli competono e darli lui alla ricerca,allora sì che sarebbe più credibile,è facile fare i predicozzi e lasciare le responsabilità agli altri,ma se i quattrini scarseggiano bisogna pur trovarli da qualche parte,no? E perchè ,Pertini non aveva rinunciato alla lussuosa e dispendiosa dimora quirinalizia? Non può lui fare altrettanto?No,sempre gli altri devono fare i sacrifici invece.

    Report

    Rispondi

  • antari

    24 Novembre 2009 - 12:12

    ho riletto il tuo intervento :) guarda che io non parlavo delle passate elezioni, ma delle future. Mi sembra palese. Quindi non ti ho regalato supposte sbagliate. Ciao ciao

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

media