Cerca

Russia, a Silvio gli archivi Kgb

Lui: Lukashenko leader amato

1 Dicembre 2009

17
Russia, a Silvio gli archivi Kgb
Alcuni importantissimi documenti dell'archivio segreto del KGB sono stati donati al presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, dal presidente bielorusso Aleksandr Lukashenko. "Un regalo" degno degli "amici importanti", ha detto Lukashenko, spiegando che i fascicoli consegnati pubblicamente al Cavalieri vengono direttamente dagli archivi dei servizi segreti russi e bielorussi e sono il frutto "di un lavoro certosino". I documenti permetteranno di ricostruire "le sorti dei cittadini italiani prigionieri durante la seconda guerra mondiale in Russia e in Bielorussia e delle persecuzioni nell'Unione sovietica degli anni Trenta" ha spiegato Lukashenko.

Ma il premier ha anche 'sdoganato' Alexander Lukashenko, bollato dalla comunità internazionale come «ultimo dittatore d'Europa» e accusato di violazione dei diritti fondamentali e di brogli elettorali. È questo l'epilogo della visita del presidente del Consiglio in Bielorussia, che scatena le critiche dell'opposizione bielorussa, ma anche di quella italiana con Pier Ferdinando Casini e Piero Fassino che chiedono al Cavaliere di riferire in aula. Berlusconi ha sostenuto che i risultati elettorali ottenuti da Lukashenko sono la dimostrazione «dell'amore» che la gente nutre nei suoi confronti. Parole che di fatto legittimano le elezioni del 2006 e del 2008, che al contrario l'Osce e gli Usa definirono «non democratiche». «Tanti auguri a lei e al suo governo. E alla sua gente che so che la ama. E questo è dimostrato da tutti i risultati delle elezioni che sono sotto gli occhi di tutti, che noi conosciamo e apprezziamo», ha detto esattamente Berlusconi. Parole che lasciano «sbigottito» il leader dell'Udc Casini che chiede al premier di riferire in Parlamento per spiegare «la nuova linea di politica estera italiana». Analoga richiesta da Piero Fassino del Pd che parla di «sconcertante superficialità» da parte di Berlusconi. Critiche per la visita arrivano dalla radicale Emma Bonino che parla di diplomazia «poco chiara» e dall'opposizione bielorussa che con Anatoli Lebedko, leader del partito civico unito paragona Berlusconi a Lukashenko, definendolo un «uomo d'affari pronto a sacrificare i valori europei» in cambio di accordi commerciali. Parole a cui replica il sottosegretario alla presidenza del Consiglio Paolo Bonaiuti escludendo, ironicamente, l'esistenza di «gialli internazionali» all'Agatha Cristie.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • micael44

    04 Dicembre 2009 - 17:05

    Chi di magistratura ferisce, di magistratura perisce!

    Report

    Rispondi

  • micael44

    04 Dicembre 2009 - 17:05

    Il Cavaliere è in attesa degli esiti dei processi a suo carico e, fino a quel momento, certamente terrà ben al sicuro le "carte" bielorusse! L'esito dei processi determinerà (o forse no) un'altra scossa, quest'ultima non prevista da D'Alema!! Ne vedremo delle belle!

    Report

    Rispondi

  • iltebano

    02 Dicembre 2009 - 18:06

    Lukashenko dittatore ,despota,etc.? ma come ? non è forse un compagno? un compagno che sbaglia? ma altri compagni non hanno sbagliato di più per il passato godendo di comprensione ed aiuti? Questi comunisti sono proprio strani : osannano terroristi col nobel, vanno a braccetto con terroristi famosi e poi criticano ferocemente berlusconi per aver incontrato un loro vecchio compagno, e poi ancora vogliono sdoganare terroristi quali i talebani in nome della pace mentre vogliono ricacciare dietro il popolo bielorusso sempre secondo il loro progetto di pace. Forse hanno paura dei documenti ex kgb che sono stati donati a berlusconi? Noi aspettiamo con ansia la pubblicazione di tali carte che sicuramente metteranno a nudo i rapporti nel mondo comunista con relativi personaggi che potrebbero trovarsi a dar conto alla giustizia del loro operato.Aspettiamo , anche se dobbiamo essere pronti alle smentite ed a nuove aggressioni ni confronti del premier.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

media