Cerca

Processo Mills, accolta istanza

d'impedimento per Silvio

4 Dicembre 2009

6
Processo Mills, accolta istanza
I giudici del tribunale di Milano hanno accolto l’istanza di legittimo impedimento presentata dalla difesa di Silvio Berlusconi spiegando che il presidente del Consiglio ha il diritto di essere assente a causa della riunione del Consiglio dei ministri ma non per la cerimonia sull'autostrada Salerno Reggio-Calabria. Il pm Fabio De Pasquale ha proposto di tenere udienza domani. Il presidente del collegio Francesca Vitale ha fatto osservare che non è possibile anche a causa di esigenze di cancelleria. I giudici si sono ritirati in camera di consiglio per decidere a quale data rinviare il processo a carico di Silvio Berlusconi imputato di aver corrotto David Mills.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • gmarcosig335

    08 Dicembre 2009 - 18:06

    Chi non riesce a digerire il LEGITTIMO IMPEDIMENTO è antonio001 e Antari ai quali suggerisco di prenotarsi alle Terme di Fiuggi o di Salsomaggiore, che mi dicono siano adatte a chi ha problemi di digestione. Troppe cure Termali dovranno fare i poveri, di spirito, antonio001 e Antari.Nun ce vonno stàààà...

    Report

    Rispondi

  • Indietrotutta

    07 Dicembre 2009 - 14:02

    un'altra cosa che è sfuggita agli attenti lettori del blog ed anche al giornale che ci occupa è il riconsocimento del legittimo impedimento da parte del tribunale. Trattandosi di porvvedimento discrezionale un tribunale prevenuto avrebbe anche potuto non riconoscerlo. Provi solo ad immaginare la bagarre che si sarebbe scatenata in caso di rigetto. Quando i giudici decidono secondo i desideri e le richieste del premier sono buoni e giusti, se invece osano contrariarlo diventano pericolosi comunisti che attentano alla democrazia del Paese.

    Report

    Rispondi

  • visitor49

    05 Dicembre 2009 - 16:04

    Pare che l'escamotage si sia rivelato una risorsa insperata al punto che l'on. Ghedini sta studiando una nuova leggina con cui il cavaliere, avvalendosi del legittimo impedimento riuscirebbe a portare alla prescrizione tutti i processi senza bisogno del processo breve che sta incontrando ostacoli anche all'interno della maggioranza. La nuova trovata del mefistofelico avvocato sarebbe "digerita" più facilmente anche dal Pres.della Rep., dal PD e dalla magistratura, come male minore. Ma se è male resta tale, anche se minore.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

media