Cerca

Lombardia, arrestato l'assessore Prosperini

L'accusa: tangenti e corruzione

17 Dicembre 2009

8
Lombardia, arrestato l'assessore Prosperini
L'assessore regionale al Turismo e allo Sport della Lombardia, Piergianni Prosperini del Pdl, è stato arrestato nell'ambito di un'inchiesta sugli appalti relativi al marketing del turismo in Lombardia condotta dal pm Alfredo Robledo. Ma la notizia gli è giunta da un giornalista mentre partecipava ad un programma tv, non dalle forze dell'ordine.

Le accuse
- Stando a quanto si apprende negli ambienti giudiziari l'assessore della regione Lombardia Piergianni Prosperini è accusato di corruzione e turbativa d'asta nell'ambito di appalti a società che hanno gestito la pubblicità televisiva per la regione Lombardia. Alla base del provvedimento, una tangente di di circa 230mila euro che sarebbe stata versata su conti correnti in Svizzera riconducibili allo stesso Prosperini. L'inchiesta riguarda l'assegnazione dell'appalto di servizi del valore di 7,5 milioni per la promozione turistica del territorio lombardo. L'assessore era già stato raggiunto da un avviso di garanzia nel 2008, l'accusa: truffa.

Il personaggio- Appassionato di armi (soprattutto bianche), è il campione mondilae dei pesi supermassimi master (categoria riservata agli over 60).
Prosperini è noto per le sue dichiarazioni "politicamente scorrette". Ne riportiamo alcune: "Sono il baluardo del cristianesimo, il flagello dei centri sociali e il condottiero del Nord" e poi sugli stupratori che "vanno fermati in ogni modo: l'unica soluzione è la castrazione chirurgica"

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • crosta

    21 Dicembre 2009 - 08:08

    Tra non molto vespa a porta a porta, con un modellino dell'eritrea e con la sua solita voce pregna di ipocrisia, ci dirà che prosperini è un imprenditore serio ed onesto che ha il solo torto di essere un valido esponente del pdl. Con vespa, immagino, i soliti tromboni del pdl gasparri, cicchitto, bondi, e non mancherà sicuramente il più maleducato e spudorato difensore delle falsità governative, lupi. E tutti d'accordo che ancora una volta, all'approssimarsi delle elezioni ammtive, i soliti magistrati comunisti con una bomba ad orologeria vogliano mettere in galera un onesto, serio, capace eponente del pdl amico di formigoni e che ha ragione berlusconi che in italia esiste un clima eversivo che vuole ribaltare il risultato elettorale decretato dal popolo. Assisteremo per tutte le feste natalizie a questa litania difensiva; un coro unico del pdl che ha come naturale abitudine quella di fare quadrato in modo che anche questo disonesto intrallazzone corruttore possa godere del processo breve o del lodo alfano od altro spregevole espediente!!

    Report

    Rispondi

  • blues188

    18 Dicembre 2009 - 11:11

    Personalmente il Prosperini mi era simpatico, quando lo ascoltavo in Tv. E a volte sembrava esprimere cose vere, quindi sono di parte quando dico che mi auguro che sia estraneo alle accuse, ma se è colpevole lo mettano in galera e lo lascino a meditare su quanto fatto e per come ci ha preso in giro per molto tempo. Ma leggo qui il sottile piacere e il gusto tutto travagliesco del godere del male altrui e non lo condivido ricordando di attendere le sentenze e poi, solo poi, lanciare letame sugli avversari. Pmauro dice giustamente che il marcio c'è ovunque, in ogni fazione politica perché quando un treno è in corsa vi salgono sempre i pochi onesti e i troppi profittatori che campano di rendita impropria. Quindi estendo questo pensiero anche alla Lega (che voterò) o al Pdl, ma senza negare che anche nell'insalata mista della sinistra ci sono fessi, furbi e santi, in sproporzione elevata. Ma devo anche dire che i furbi, nella sinistra, sono più coperti, sono più sicuri di avere l'immunità, poiché le notizie che li riguardano sono sempre e sempre sfumate, rimpicciolite, evasive, minimizzate grazie al tanto potere di sinistra diffuso in molti àmbiti che agisce indubbiamente molto efficacemente. Tanto che se ne fa fatica a ricordarle tutte. Il kompagno Greganti era un santo, per dire? O il D'Alema si può ritenere immacolato? Veltroni, Vendola, Marrazzo, Bassolino, Jervolino, eccetera? Eppure sono sempre sulle cadreghe a comandarci e a spendere malamente i nostri soldi. Se c'è onestà in chi commenta dovrà pur meditare su queste cose.

    Report

    Rispondi

  • antari

    17 Dicembre 2009 - 16:04

    Uhahahahahahahahaha si certo, un giudice si accorda con il querelato per fregare il querelante.... uahuahahuahuuha Senti, crosta, ma voi del PDL perche' non la mettete nel programma, questa geniale idea? Cosi' almeno i meno furbi potrebbero capire chi li prende per i fondelli..

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

media