Cerca

Torino, Madonna trans

Opera suscita vaste polemiche

30 Dicembre 2009

5
Torino, Madonna trans
Ha suscitato scandalo e numerose polemiche un'opera provocatoria esposta a Torino, all'interno della mostra "Generi di prima necessità". Il dipinto rappresenta una Madonna trans che allatta un bambino. Organizzata dal circolo Maurice e patrocinata dalla Regione Piemonte, l’immagine raffigur a un transessuale nei panni della Madonna mentre allatta un bambino, ed è stata intitolata "Immacolata concezione". Alcuni vandali hanno imbrattato il lavoro  con svastiche e croci celtiche. Un atto ingiustificabile, che però rappresenta l'estremizzazione del sentire di molti. Sono infatti tantissimi ad aver protestato per un'opera irrispettosa della tradizione cattolica e del culto mariano e di dubbio gusto. Il curatore della mostra, Christian Ballarin, ha condannato il gesto giudicandolo  "vigliacco e inutile". Ma nelle scorse settimane erano piovute critiche e proteste per l'esposizione dell'immagine: tanto che consigliere comunale del Pdl, Roberto Ravello,  ne aveva chiesto la rimozione "perché offende il buon gusto di chiunque, non soltanto dei cattolici".

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • gbbonzanini

    02 Gennaio 2010 - 15:03

    solo con un'amministrazione di sinistra poteva succedere. Propongo all'autore ed agli amministratori torinesi, di esporre opere inneggianti alla pedofilia di Maometto... e poi vediamo cosa succede. Ne avranno il coraggio? Calderoli, il coraggio l'ha avuto.

    Report

    Rispondi

  • igna08

    02 Gennaio 2010 - 09:09

    -non c'è più religione- sembra una frase fatta, ma è la pura verità. Si parla tanto di libertà, ma quì si tratta di anarchia. A tutto c'è un limite, chi ha presentato quel quadro dovrebbe vergognarsi, ma anche e sopratutto chi ha permesso l'esposizione dell'immagine. Le religio0ni vanno rispettate, tutte.

    Report

    Rispondi

  • oldcaesar

    01 Gennaio 2010 - 14:02

    Premetto che in cuor mio non sono di nessuna religione, sono piuttosto un ateo speranzoso e molto confuso. MA, troppe volte ho visto irridere le credenze e i culti cattolici, i santi del cristianesimo, il papa,... Consiglierei a chi ha simili tendenze di provare a cimentarsi anche con altre religioni, ESCLUSIVAMENTE, ripeto "ESCLUSIVAMENTE", per vedere cosa poi succederebbe. Viviamo e lasciamo vivere, ma rispettiamoci ed evitiamo di offendere i sentimenti di chiunque creda in qualsiasi religione: questo è il mio sommesso consiglio.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

media