Cerca

Allerta

Terrorismo, a Roma 10 indagati: "Rapporti con i jihadisti"

13 Gennaio 2015

1
Terrorismo, a Roma 10 indagati: "Rapporti con i jihadisti"

Dieci indagati a Roma per presunti rapporti con militanti jihadisti. La procura della Capitale ha aperto un'indagine su alcuni stranieri di fede islamica residenti in Italia e sospettati di avere legami con la jihad. Il reato ipotizzato è quello di associazione sovversiva con finalità di terrorismo. La notizia è stata anticipata dal quotidiano Il Tempo ed è poi stata confermata da ambienti giudiziari. Le indagini, si è appreso, sono coordinate dal procuratore Giuseppe Pignatone e dall'aggiunto Giancarlo Capaldo, e sono scaturite dall'attività di controllo di ambienti considerati a rischio di infiltrazioni terroristiche. Secondo quanto si è appreso per l'avvio dell'inchiesta sarebbero state decisive alcune intercettazioni telefoniche. Ad ora la Digos e il Ros starebbero monitorando su intrnet l'attività dei sospetti, seguendone le conservazioni e le tracce che lasciano online, magari legate a siti e portali legati a doppio filo all'estremismo islamico.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • irucangy

    13 Gennaio 2015 - 19:07

    Cacciarli subito a pedate anche se sono solo sospettati? Dobbiamo pure sfamarli in galera? Sarebbe interessante che ci dicessero come sono arrivati in italia sti tizi.

    Report

    Rispondi

"Non è normale che sia normale”, la campagna di sensibilizzazione della Carfagna è già diventata una canzone

Donald Tusk: "La Lega nel Ppe? Ho molta immaginazione ma ci sono dei limiti"
Mes, Matteo Salvini smaschera il patto: "Salvare le banche, sì. Quelle tedesche e francesi"
Giuseppe Conte e il "sovranismo da operetta". Cosa diceva qualche mese fa

media