Cerca

Nero su bianco

Immigrazione e stupri, il 40% delle violenze commesse da immigrati (che sono l'8% del totale)

1 Settembre 2017

8
Immigrazione e stupri, il 40% delle violenze commesse da immigrati (che sono l'8% del totale)

Dal caso di Rimini in poi, in Italia è emergenza stupri. I casi di violenza sessuale sembrano moltiplicarsi, in una escalation inarrestabile. Spesso, i casi di cronaca hanno come protagonisti degli immigrati, una circostanza che sta infiammando il dibattito politico. E per capirci qualcosa in più, è bene far ricorso alle cifre. In primis, un dato impressionante: in Italia vengono commessi quasi 11 stupri al giorno, per un totale di 4mila all'anno. Colpito più di un milione di donne.

I dati sono quelli dell'Istat, secondo cui 1 milione e 157mila donne avrebbero subito una violenza sessuale nel corso della vita, tra stupri e tentati stupri. Negli ultimi due anni si registra una lieve flessione delle denunce: 6% in meno tra il 2014 e il 2015 e 13% in meno dal novembre 2015 al novembre 2016. Dunque gli autori. Chi commette il reato? La maggioranza sono italiani (6 su dieci), gli altri 4 sono commessi da stranieri. Dunque, il 40 per cento. Una cifra impressionante considerando il fatto che i residenti stranieri in Italia sono l'8,3% (dati Istat del 31 dicembre 2016, i quali ovviamente non tengono conto dei clandestini, stimati in 435mila unità; si tenga conto che la popolazione censita in Italia è di 60,6 milioni di persone).

Tornando ai dati, nei primi mesi del 2017 sono stati denunciati per stupro 904 stranieri, poco meno dei 909 dello stesso periodo del 2016 (gli italiani denunciati sono invece 1.534). Un'indagine di Demoskopica riferita agli ultimi quattro anni divide per nazionalità le denunce: italiani (61% dei casi), seguiti da romeni (8,6%), marocchini (6%), albanesi (1,9%) e tunisini (1,3%).

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Skipper39

    01 Settembre 2017 - 17:05

    le donne dovrebbero fare un corso di difesa personale ed avere la possibilita di portare un arma o almeno peperoncino potente vista la dosparita' di forza fra uomo e donna...e il danno che potrebbe subire... a questo nessun giudice ha mai pensato?

    Report

    Rispondi

  • gigi0000

    01 Settembre 2017 - 15:03

    ERRATA CORRIGE del mio post precedente: la propensione allo stupro degli immigrati non è di 4 volte e mezza più di quella degli italiani, bensì di 74 volte superiore. Il ché trova conforto in una mia modestissima indagine nella quale ho valutato la tendenza a delinquere di costoro di 60 volte quella degli italiani. Ai loro paesi sono spesso abituati a stuprare, rubare, incendiare ed uccidere

    Report

    Rispondi

    • cane sciolto

      02 Settembre 2017 - 01:01

      Come non condividere, aggiungerei che parecchie persone subiscono violenze da questi delinquenti e nemmeno vanno più a denunciarli perchè sanno che nessuno farà nulla oltre a mani legate della Polizia e Carabinieri che nonostante rischiano la vita 2 volte quanto li arrestano e dopo che li hanno arrestati in quanto vengono subito rimessi in libertà e Allucinante ma na rivoluzione mai vero?

      Report

      Rispondi

  • gigi0000

    01 Settembre 2017 - 15:03

    Sostanzialmente la propensione degli immigrati allo stupro è 4 volte e mezza più di quelle degli italiani. Tenendo conto della legittima permanenza di buona parte di essi, dobbiamo renderci conto che culture diverse possono convivere solo col rispettivo rispetto, che, stanti i numeri, invece proprio non sembrerebbeappartenere agli stranieri. Ricetta: ognuno a casa propria, ma tutti, proprio turri.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

Ondata di caldo, Venezia tra le città più afose d'Italia

Open Arms, la portavoce Ue Mock: "Sei paesi disponibili ad accogliere i migranti"
Nadia Toffa, piazza del Duomo di Brescia celebra i funerali della conduttrice
Matteo Salvini, frecciatina a Pd e M5s: "Noi non abbiamo paura di perdere la poltrona"

media