Cerca

vento secessionista

L'Alto Adige chiede l'indipendenza: proposta di referendum su annessione all'Austria

23 Settembre 2017

11
L'Alto Adige chiede l'indipendenza: proposta di referendum su annessione all'Austria

La "Convenzione sull'Autonomia", istituita dal Consiglio provinciale di Bolzano nel 2015, ha redatto un dossier nel quale propone una riforma in senso autonomista dell'Alto Adige. Un'estensione ancora maggiore dei poteri alla Provincia autonoma di Bolzano, fino a chiedere un referendum per decidere se staccarsi dallo Stato italiano. Il lavoro della Convenzione, costituita su proposta del partito indipendentista SVP (Sudtiroler Volkspartei) in accordo col Pd, è stato portato avanti da due distinti organi, la "Convenzione dei 33" e il "Forum dei 100", scrive Il Tempo. Venerdì 22 settembre è stato presentato il primo risultato. Si propone l'abolizione della denominazione Alto Adige e la sua sostituzione con "Provincia autonoma di Bolzano/Sudtirol" e il trasferimento di ogni funzione dalla Regione alla Provincia. Alcuni problemi sorgono per quanto attiene ai rapporti con l'Unione europea, in quanto verrebbero attribuite alla Provincia la competenza nei rapporti internazionali, ora in capo allo Stato a norma della Costituzione. La Provincia si candiderebbe così alla partecipazione diretta agli organi dell'Unione europea.

Inoltre il documento prevede l'istituzione di una "Corte Costituzionale altoatesina", una consulta di giudici locali chiamata a dirimere le controversie riguardanti la Costituzione italiana. Poi, totale autonomia tributaria, con la possibilità di gestire le entrate fiscali senza ingerenze dello Stato. Il Forum dei 100, infine, ha proposto l'indizione di un referendum per la secessione dall'Italia, con quesiti che prevedono ipotesi di annessione ad altri Stati, come l'Austria, o la nascita di un nuovo Stato sovrano e indipendente. Il consigliere provinciale del centrodestra, Alessandro Urzì, ha denunciato la situazione, sottolineando "la svendita dell'italianità dell'Alto Adige" ad opera del Partito democratico. "Il testo della Convenzione è stato approvato con la complicità dell'SVP, in cambio del sostegno al Governo Gentiloni e di qualche seggio garantito alle prossime elezioni" ha concluso Urzì.  A settembre il progetto di riforma sarà esaminato dalla Provincia e poi sottoposto all'attenzione del governo. 

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ancoraantonio

    24 Settembre 2017 - 19:07

    L'Austria gia' a suo tempo chiari' che di annessione del cosiddetto sudtirolo non ne vuole sapere nulla;vogliono comunque celebrare un referendum per questo scopo? bene,se vincessero gli indipendentisti,per prima cosa che restituiscano la massa enorme di miliardi che hanno ricevuto i regalo dai governicchi italioti sino ad adesso e poi ognuno per la sua strada.vediamo se con speck e turismo riusci

    Report

    Rispondi

  • Simone1976

    24 Settembre 2017 - 17:05

    Renderei indipendente ogni singola regione! Ops, scusate, parlo da veneto... da abitante di "quella" regione dalla quale molte altre mungono il latte quotidiano...!

    Report

    Rispondi

  • sciaron17

    24 Settembre 2017 - 07:07

    Spero di rivederti sorridere. Auguri

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

media