La riscossa del sacerdote

Papa Francesco scrive a don Massimo Biancalani: "Immigrati, avanti così". Sfida finale a Matteo Salvini?

5 Dicembre 2018

Don Massimo Biancalani, la lettera dal Vaticano che fa godere il prete anti-Salvini: l'aiuto di papa Francesco

A don Massimo Biancalani mancava solo la benedizione di papa Francesco per prendere completamente il volo nello scontro con il ministro dell'Interno Matteo Salvini. Il prete di Vicofaro, nel Pistoiese, ha ricevuto una risposta dal pontefice, dopo aver chiesto aiuto per la chiusura del suo controverso centro di accoglienza in parrocchia.

Nella cassetta delle lettere del prete anti-Salvini è arrivata la missiva del Vaticano che per don Biancalani ha il sapore della vittoria, come riporta La Nazione: "Esprimiamo vicinanza a una realtà che si distingue come esempio di accoglienza dei nostri fratelli e sorelle migranti. Papa Francesco - riportano dal Vaticano - ha voluto condividere con la Sezione migranti e rifugiati del dicastero per il servizio dello sviluppo umano integrale, la lettera che ha consegnato".

Pieno sostegno quindi dalle alte sfere vaticane, dopo che già la Regione Toscana aveva concesso a don Biancalani grande disponibilità per aprire una nuova struttura negli ambienti di proprietà della Asl Toscana. A esprimere il suo sostegno dalla Santa Sede è stato il cardinale Peter Turkson, che avrebbe invitato don Biancalani a tenere informato il Santo Padre sugli sviluppi delle strutture per l'accoglienza che dovrà gestire. Forte della lettera dal Vaticano, ora don Biancalani spera di fare pressione sulla diocesi di Pistoia, magari per ottenere nuove strutture da destinare all'accoglienza dei suoi immigrati.

La linea di don Biancalani si sposa perfettamente con quella già espressa dal cardinale Pietro Parolin che ha ribadito quanto sia inopportuno lasciare persone in strada e la mancata sottoscrizione dell'Italia del Global compact. Ogni riferimento alla linea di Matteo Salvini, naturalmente, non è per niente casuale.