Tempi bui

Armando Spataro contro Matteo Salvini, il retroscena drammatico: la lettera ai magistrati, "cosa serve adesso"

6 Dicembre 2018

Armando Spataro contro Matteo Salvini, il retroscena drammatico: la lettera ai magistrati, "cosa serve adesso"

La mail di Armando Spataro ai colleghi magistrati è chiara: serve una nuova "resistenza civile" contro Matteo Salvini. Il procuratore capo di Torino, che martedì mattina ha pesantemente attaccato il ministro degli Interni per aver a suo dire messo a rischio un'operazione contro la mafia nigeriana per colpa di un tweet volta le carte sul tavolo e svela il suo vero gioco: opposizione, da sinistra, al leader della Lega, nella migliore tradizione delle toghe politicizzate italiane. È il Giornale a riferire l'appello di Spataro ai colleghi in un retroscena perlomeno inquietante.

"Sono tempi più difficili - scrive Spataro - di quelli che abbiamo alle spalle, e la ragione di questa mia convinzione è una sola: ne abbiamo viste tante, ma credo che in tutti noi fosse diffusa la convinzione che prima o poi tutto sarebbe cambiato (in meglio o quasi). Oggi invece questa prospettiva che dava forza non è chiara, è offuscata, forse non esiste. Vedo il dilagare di atteggiamenti inimmaginabili in democrazia e - soprattutto - rilevo che tali atteggiamenti pagano politicamente. Occorre allora resistenza civile, senza eccessi e senza esondazioni ma con assoluta fermezza".

Il retroscena parla di "centinaia di messaggi di commento da giudici di mezza Italia", quasi tutti di "pieno appoggio a Spataro" e di "critiche (a volte virulente) verso il governo e in particolare verso la sua anima leghista". Pochi hanno cercato di mantenere le distanze e chiedere chiarimenti. Il giudice romano Alfredo Ruocco, per esempio, voleva capire se davvero quel tweet di Salvini "aveva fatto fuggire qualcuno". Il pg messinese Felice Lima è ancora più esplicito: "Capisco che Spataro è al di sopra del bene e del male, per cui parlando di Sua Santità si deve sospendere anche l'uso della ragione, ma appare evidente la pretestuosità del suo comunicato. Spataro ha sentito il bisogno di dare una lezione a Salvini a mezzo stampa".