Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Roma, nomade strappa alla madre il bimbo di otto mesi. Due 16enni la raggiungono

Stazione Ponte Mammolo

Una bulgara afferra un bimbo per una gamba mentre la madre lo stava cambiando

Eleonora Tesconi
  • a
  • a
  • a

All'interno della stazione di Ponte Mammolo, quartiere periferico di Roma vicino a Tiburtina, sulla linea B della metropolitana romana, ieri, martedì 12 novembre, una nomade bulgara di 25 anni ha tentato di rapire un bambino di otto mesi mentre la madre lo stava cambiando su una panchina all'interno della stazione. A quanto scrive il Messaggero la madre era scesa dal vagone della metropolitana e si stava dirigendo verso il capolinea dei pullman per rientrare al suo paese, Vicovaro, comune in provincia di Roma. La nomade avrebbe afferrato il bambino per una gamba strappandolo alla madre. Le urla della donna hanno attirato l'attenzione di due ragazze 16enni di San Basilio, che l'hanno raggiunta e sono riuscite a riprendere il bimbo, trattenendo la 25enne bulgara, che è stata poi portata nel carcere di Rebibbia. 

Dai blog