Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Angiola Armellini: Proprietaria di 1.243 immobili non paga le tasse

Angiola Armellini, figlia del costruttore, è indagata per aver nascosto all'erario più di 2,1 miliardi. Ora indagano le fiamme gialle

Ignazio Stagno
  • a
  • a
  • a

Ha un impero immobiliare ma non ha pagato nemmeno un euro di tasse. Angiola Armellini proprietaria di 1.243 immobili, quasi tutti nella Capitale, secondo quanto racconta il Corriere avrebbe "nascosto" al Fisco oltre due miliardi di euro. Così la figlia del noto costruttore romano, Renato Armellini, è stata denunciata dalla Guardia di Finanza insieme con altre 11 persone, tutte accusate di associazione a delinquere finalizzata all'evasione fiscale. L'indagine, ha spiegato il colonnello del Nucleo tributario Paolo Borrelli, è durata un anno e mezzo. I fabbricati si trovano soprattutto nel Comune di Roma (1.239) e , sulla carta, sono di proprietà di "varie società di diritto estero con sede legale in Lussemburgo". Dal 2003 l'imprenditrice avrebbe trasferito all'estero più di 2,1 miliardi di euro, in modo da nasconderli al fisco. Angiola Armellini è proprietaria, inoltre, degli Hotel ArAn. Con la famiglia è anche proprietaria degli edifici ex abusivi attorno alla fermata della Metro Laurentina iniziati negli anni '70 e completati solo dopo un accordo con la giunta Rutelli, contro le leggi e contro il parere della cittadinanza. Negli anni Novanta l'ex marito, Alessandro Mei, fu accusato di aver fatto sparire 200 miliardi di lire e di aver provocato la bancarotta della società Fincom. 

Dai blog