Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Coronavirus, il fisico Castorina: "Allentare le misure? Pazzi da legare"

Paolo Castorina

  • a
  • a
  • a

Paolo Castorina lo dice chiaramente, non va abbassata la guardia: "Forse c'è un debole segnale di riduzione del contagio. Ma guai ad allentare le misure di contenimento. Saremmo pazzi da legare". Il fisico teorico della sezione di Catania dell'Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, che si occupa di leggi di crescita macroscopica, ha appena redatto una analisi della progressione numerica dell'epidemia mondiale di coronavirus. E ha mostrato al Corriere della Sera i grafici con le differenze tra la situazione in Cina e a Singapore dove "si è raggiunta la saturazione dei casi dovuta alla dura politica di contenimento compiuta dal governo nazionale" e quella in Italia.

"Rispetto all' andamento esponenziale sembra che ci sia una lieve riduzione", sottolinea Castorina, "Non ho la sfera di cristallo. Ma invece di progredire come ce l'avevano prospettato (uno ne infetta due, due quattro, quattro sedici e così via) la curva ha un lieve rallentamento. Nell'ultimo dato (di ieri, ndr ) mancavano almeno 200 per parlare di quella crescita esponenziale", che significa "fuori controllo": il peggiore degli scenari. Ma quest primo dato non deve indurci a ridurre le misure di contenimento: "Sarebbe una follia. La curva tornerebbe subito a salire in maniera esponenziale", inarrestabile. "Siamo in una fase critica e questa settimana sarà cruciale".

Dai blog