Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Coronavirus, Silvio Brusaferro: "Nessuno è immune, quali comportamenti tenere". E sulla mobilità dei cittadini...

  • a
  • a
  • a

"È importante che nessuno si senta immune e ognuno si senta coinvolto nell’adottare misure che aiutino a contenere i contagi". Con queste parole Silvio Brusaferro, presidente dell'Istituto superiore di sanità, rivolge un appello all'Italia. "Siamo partiti da una fase epidemica localizzata in due aree distrette che erano Lombardia e Veneto. La mobilità dei cittadini - evidenzia il numero uno dell'Iss - ha portato molte altre regioni ad avere piccoli focolai nati da contatti con le zone lombarde e venete". Di conseguenza non sono importanti esclusivamente le misure di contenimento, ma anche "come ci comportiamo". Inoltre Brusaferro snocciola i dati relativi ai decessi: il 15,5% presentava 0 o 1 patologia, il 18,3% soffriva di 2 patologie e il 67,2% presentava 3 o più patologie. Quindi quasi 7 morti su 10 avevano dei quadri clinici molto complicati indipendentemente dal coronavirus. "Anche se preliminari, questi dati confermano le osservazioni fatte fino a questo momento nel resto del mondo sulle caratteristiche principali dei pazienti - commenta Brusaferro - in particolare sul fatto che gli anziani e le persone con patologie preesistenti sono più a rischio. Si tratta di persone molto fragili, che spesso vivono a stretto contatto e che dobbiamo proteggere il più possibile". 

Dai blog