Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Coronavirus, i ricoveri anomali per polmonite a Crema: la prova che l'infezione circolava già a fine dicembre?

  • a
  • a
  • a

Il sospetto che il coronavirus abbia iniziato a circolare in Italia - così come in tutta Europa - molto prima dei primi casi ufficialmente riscontrati sta diventando sempre più una certezza. Nelle ultime ore è stato riportato alla luce un articolo de La Provincia di Crema, risalente al 23 dicembre scorso e dal seguente titolo: "Picco di polmoniti nel Cremasco". Un fenomeno strano, che allora era difficile da spiegare, dato che il coronavirus non era noto neanche in Cina, dove è poi emerso l'epicentro dell'epidemia. A fine dicembre a Crema erano stati registrati da tre a cinque casi al giorno, con una percentuale di ricoveri vicina al 50%. "Negli ultimi tre mesi - diceva il direttore sanitario dell'Ats cremasca - abbiamo avuto 18 degenti per polmonite, mentre dal 18 al 23 dicembre sono state 12 le polmoniti accertate". Solo che all'epoca si parlava di complicanze legate all'influenza, ma a questo punto non è da escludere che già allora potesse esserci qualche caso legato al coronavirus, dato che alcuni studi hanno fissato alla seconda metà di ottobre l'inizio del flusso del Covid-19 in Italia. 

Dai blog