Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Coronavirus, Angelo Borrelli e il segnale dal bollettino: "Numeri in calo", ma troppi morti. Protezione Civile, in 12 contagiati

  • a
  • a
  • a

Angelo Borrelli parla di “primi segnali” dopo aver letto l’ultimo bollettino di aggiornamento sull’epidemia da coronavirus in Italia. La situazione è ancora grave, a tratti drammatica, ma almeno si registrano numeri sensibilmente migliori rispetto a quelli di ieri: i nuovi contagi sono stati 3.957 (59.138 dall’inizio dell’emergenza), a fronte dei 4.821 di ventiquattro ore fa. Così come è calato lievemente il numero di decessi, che però resta pesantissimo: 651 morti in un giorno per un totale di 5.476. Attualmente ci sono 23.783 persone in isolamento domiciliare e 3.009 in terapia intensiva, mentre i guariti sono saliti a 7.024 (+952). “I numeri di oggi - dichiara Borrelli - sono minori rispetto a ieri, sono in controtendenza. Ci auguriamo tutti che possano essere confermati nei prossimi giorni, ma non bisogna abbassare la guardia”. Anche perché il capo dipartimento svela che il coronavirus è arrivato anche nella Protezione Civile: “Dodici colleghi sono risultati positivi. Abbiamo preso tutti i provvedimenti e li ringrazio tutti perché continueranno a lavorare da casa”. 

Dai blog