Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Coronavirus, Roberto Burioni: "La prossima estate? Tutto nelle nostre mani"

Roberto Burioni

  • a
  • a
  • a

L'incubo coronavirus potrebbe durare ancora a lungo. "Cosa succederà in estate? Non ha senso fare qualunque previsione", dice Roberto Burioni ai microfoni di Rai Radio 2, durante la puntata de I Lunatici. "Non hanno senso previsioni ottimistiche, ma nemmeno quelle pessimistiche. Dobbiamo pensare al presente. L'estate è nelle nostre mani. Dobbiamo restare a casa. Ciò che accadrà d'estate dipenderà da quello che facciamo noi adesso".

Insiste il virologo: "Se continuiamo a stare in giro a fregarcene, il virus non si fermerà. Se invece adesso continuiamo con un sacrificio, fermiamo parte grossa dell'epidemia e poi piano piano ricominciamo, non sono così pessimista. Comunque è impossibile ora fare previsioni. Viviamo alla giornata, fare programmi alla distanza non ha senso".

Poi due frecciate a Donald Trump e Boris Johnson. Il presidente degli Stati Uniti dice che vuole riaprire tutto tra quindici giorni: "E' molto ottimista, gli auguro di avere ragione, tutto qui". "L'immunità di gregge di cui parlano in Gran Bretagna?", conclude Burioni, "non si è mai raggiunta se non grazie a un vaccino, per nessuna malattia virale nella storia dell'uomo".

Dai blog