Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Gratta e vinci, il mendicante del semaforo ad Ancora vince 300mila euro: "Come spenderà quei soldi"

  • a
  • a
  • a

Sembra il copione di "Una poltrona per due", classicone dei film natalizi, la storia di un mendicante che baciato dalla fortuna diventa ricca. Ed invece è tutto vero. E' accaduto a Jesi (Ancona) dove un clochard che mendicava al semaforo ha vinto 300mila euro con il gratta e vinci.

Tiziano, 60 anni, ha perso il lavoro qualche anno fa quando ha chiuso la sua azienda, lo conoscono parecchi automobilisti, fa uno show al semaforo con il suo cappellino. Lo scorso 16 agosto ha comprato un gratta e vinci da 5 euro da un distributore automatico.   Il 60enne ha riscosso la vincita in questi giorni e ha dato un segno della propria riconoscenza presentandosi in tabaccheria con un cospicuo assegno. Nel frattempo si è tagliato la barba e accorciato i capelli lunghi, look con il quale era noto in città; ma si è presentato con lo stesso sorriso sfoggiato per anni durante gli "show"al semaforo. Gli spiccioli ricevuti li depositava nella stessa filiale di banca che ora l'ha aiutato a riscuotere la vincita. Da anni ha perso il lavoro in una ditta di pulizia e vive con la madre anziana in un popoloso quartiere della città. È benvoluto per la sua gentilezza e la disponibilità a fare piccoli lavoretti.

 

 

 

Con la vincita cosa farà? "Mi compro una macchina, no anzi una bici. Di sicuro offro una cena a chiunque mi abbia fatto credito o offerto un caffè, una sigaretta o un gratta e vinci come questo", ha detto, scrive Il Giorno, nella tabaccheria che si trova poco distante da casa sua. E poi ancora: "Il prepensionamento è arrivato in anticipo, dobbiamo festeggiare". E quella cena è già in programma per domani in un locale della città, con un numero di ospiti ancora indefiniti, ma sicuramente lungo. 

Dai blog