Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Napoli, centri sociali e Cobas contro la polizia: bombe carta e bottiglie contro la sede di Confindustria

  • a
  • a
  • a

Ancora tensione a Napoli, dopo le scene di guerriglia urbana di venerdì sera. Nuovi incidenti sono scoppiati nella centralissima piazza dei Martiri, dove i manifestanti dei centri sociali dei Cobas, dei Carc e di altre sigle di estrema sinistra hanno fatto esplodere tre bombe carte e lanciato bottiglie contro la polizia.

 

 

Durante la manifestazione sotto la sede della Confindustria sono state lanciate uova con vernice rossa sul portone. Gli agenti del reparto celere hanno risposto con una carica, disperdendo i manifestanti, poco più di un centinaio. Sul lockdown, i manifestanti hanno detto di non essere contrari ma a patto che "per disoccupati e lavoratori ci sia il salario pieno garantito". Altri incidenti sono poi scoppiati in piazza Amedeo, dove un gruppetto di manifestanti si è diretto per raggiungere la sede della Regione. Qui sono entrati in azione anche i carabinieri per bloccarli.

Dai blog