Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Bollettino Covid, "diminuzione del rischio di epidemia non gestibile". Contagi e morti, cambia la curva

  • a
  • a
  • a

"Diminuzione del rischio di una epidemia non controllata e non gestibile". Lo spiega l'Istituto superiore di sanità, commentando il bollettino del 22 gennaio sul contagio da Covid. I nuovi casi sono 13.633, +0,6% rispetto al giorno prima (ieri erano +14.078), di cui 6.335 positivi identificati attraverso i test rapidi (ieri erano +5.493). I decessi sono invece 472, +0,6% (ieri erano +521), per un totale di 84.674 vittime da febbraio 2020 a oggi. Le persone guarite o dimesse oggi sono 27.676, +1,5% rispetto a ieri (erano +20.519). E gli attuali positivi risultano essere 502.053, -14.515 rispetto a ieri (-2,8%, ieri erano -6.985).

 

 

 

Una flessione legata non solo al numero di guariti, ma anche a quello dei morti. In generale, a far ben sperare sono il calo di contagi, dopo 3 giorni di crescita, e soprattutto l'indice Rt sceso sotto quota 1, dopo 5 settimane in salita. Secondo il report Altems, nell'ultima settimana la positività ha segnato un -7%. Sostanzialmente stabile, incece, il rapporto di casi su tamponi, cioè il tasso di positività, al 5,1% (giovedì era 5,3%). E prosegue anche l'alleggerimento della pressione sugli ospedali, con i ricoveri in calo per il quarto giorno consecutivo: -354 (ieri -424) nei reparti ordinari, -28 (ieri -43) in terapia intensiva.

Dai blog