Cerca

Il governo dice no alla tassa sugli immigrati

E la Lega: ma all'estero chiedono di più

10 Gennaio 2009

0
Niente tassa per gli immigrati. Il governo ha detto no all'emendamento della Lega al decreto legge anticrisi che prevedeva un contributo di 50 euro per il rilascio del permesso di soggiorno agli extracomunitari. E' quanto è stato annunciato nelle commissioni Bilancio e Finanze della Camera, alla ripresa dei lavori sul decreto legge anticrisi.
Alle critiche sulla questione, risponde il leghista Claudio D'Amico che ha chiesto l'emendamento: «Gli immigrati devono avere diritti e doveri, cioè devono contribuire a sostenere il Paese nel quale lavorano pagando le tasse. In fondo, Francia, Gran Bretagna e Spagna chiedono cifre ben più alte che variano da 200 a 365 euro».

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Migranti, il premier Conte in Senato: "Accordo di Malta non risolutivo"

Tafida, la grande sfida del Gaslini: ricoverata a Genova la bimba affetta da lesione cerebrale
L'aria che tira, Luigi Di Maio travolto da Carlo Calenda: "Show ridicolo, dimissioni immediate"
Eutanasia, i radicali "cercano malati terminali" per lo spot. La rabbia di Pro Vita & Famiglia

media