Cerca

L'offerta alla Arcuri: giochino lesbo

Le telefonate tra l'attrice, Francesca Lana e Gianpaolo Tarantini. Manuela, "paladina di moralità", ha trattato per Sanremo e non solo

17 Settembre 2011

23
L'offerta alla Arcuri: giochino lesbo
Altro che eroina della sinistra per un "no" a Berlusconi. La parabola delle intercettazioni spediscono Manuela Arcuri nel fango hot nel giro di poche ore. E così, dalle carte dell'inchiesta sul giro di escort di Tarantini e gli incontri con il premier, si scopre che l'attrice laziale con il Cavaliere si è incontrata eccome, insieme all'amica del cuore Francesca Lana. E che per diventare presentatrice a Sanremo e rimediare un favore (un lavoro?) per il fratello Manuela ha trattato a lungo con Berlusconi. Il 28 gennaio 2009, per esempio, al telefono con Tarantini accenna ad un incontro col premier: "Gliel'ho accennato... m'ha detto 'guarda ne parliamo quando ci vediamo a cena'. Gli ho detto 'no guarda, scusami, ma io la prossima settimana sono a Milano per lavoro... e io ne ho abbastanza urgenza perché parte la produzione e io gli devo fare questo favore a mio fratello... glielo dovrei fare adesso, se è possibile'. Mi ha detto 'allora guarda, Manuè, ti chiamo oggi pomeriggio e ne riparliamo'. Speriamo amore... mi chiama, vè? (...) Ha detto che mi chiama, mi chiama! Speriamo, guarda, perché sarebbe troppo... troppo... troppo importante veramente!. E poi una volta... Poi se me lo fa il favore, se me lo fa il favore, poi, sarà ben ricompensato...".
Anche all'amica Francesca consiglia di parlar chiaro col premier, per rimediare un posto nello showbusiness un po' più prestigioso. E gli inquirenti pensano addirittura che la Arcuri possa averla indotta alla prostituzione. C'è poi una offerta di mènage a trois, un giochino lesbo con l'amica. "E poi dobbiamo parlare di quella cosa a due - incalza Manuela al telefono con la Lana -. Ma ti rendi conto, minimo per quello ci deve, se dovessimo fare una cosa del genere, ci deve già avere il contratto davanti firmato". Tutto lisciò finché, nel febbraio 2009, la Arcuri non partecipa alle Iene e in un siparietto con il Trio Medusa si lascia andare e dà i voti ai suoi veri o presunti amanti. Scenetta di cattivo gusto che non va giù a Berlusconi. "Meno male che non è stata qui - confida a Tarantini - perché sennò .... mi sarei sentito imbarazzato di essere andato con una troia così .... vabbè cancellata".

 

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • vin43

    18 Settembre 2011 - 17:05

    Ho letto queste cose perché vi siete presi la briga di riportarle. Pertanto ho saputo che B. vuol fare quelle cose senza protezione. Beh e allora? Anch’io! Poi non ho ancora capito se M. Arcuri gliela data oppure no. Questo è un grosso quesito da risolvere. Se gliela ha data, che Dio la benedica; se non gliela ha data, andasse a quel paese. Dubbio amletico?! Quindi, urge la pubblicazione di altre intercettazioni. Se invece di queste cazzate le spie di M. D’Alema s’interessassero di quanto, succede nel Nord Africa potrebbe il governo regolarsi sul da farsi. Non vi pare? E’ tutta una grossa e costosa, a spese nostre, bolla di sapone?

    Report

    Rispondi

  • Peo

    18 Settembre 2011 - 11:11

    Da certi commenti che leggo mi chiedo: ma chi posta qui in quale pianeta vive? In una ditta per cui ho lavorato per 15 anni una responsabile di zona non faceva assolutamente nulla, salvo andare a letto con due dirigenti centrali che, a turno, venivano a scoparsela nella sua città. E lo sapevano tutti. E dei miei colleghi che dovevano accompagnare e riprendere gli allegri trombatori erano infuriati. Il massimo dello scandalo (che durò anni) era comunque il fatto che la responsabile del marketing, inetta assoluta, fosse l'amante ufficiale di uno dei due. In altri tempi avevo osservato pure io che il capufficio della filiale di una banca qui vicino svolgeva platealmente anche il lavoro della sua segretaria. Una cosa ridicola che aveva suscitato invidie e ritorsioni dei colleghi verso l'interessata. C'è bisogno che vi dica cosa c'era sotto? Potrei continuare con episodi del genere all'infinito. Il mondo va così ovunque, anche nella politica e (soprattutto) nello spettacolo. La dai e hai.

    Report

    Rispondi

  • frankie stein

    18 Settembre 2011 - 08:08

    Leggo, rileggo, strabuzzo gli occhietti, li riapro: ''...meno male che non è stata qui...sennò mi sarei sentito imbarazzato di essere andato con una troia così...''.AhhhAhhhhAhhhhhAhhhhhh......AhhhhhhhhhhhhhhhhhhAAAA...Impagabile!!!Irresistibile!!!Unico!!!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

media