Cerca

MANCINI "JUVE FAVORITA, A RUOTA NAPOLI E L'INTER DI BARELLA E SENSI"

18 Agosto 2019

0
MANCINI "JUVE FAVORITA, A RUOTA NAPOLI E L'INTER DI BARELLA E SENSI"

ROMA (ITALPRESS) - "La Juventus in campionato e' favorita, subito dietro vedo il Napoli e l'Inter. Sensi e Barella sono due top player. Chiesa resta a Firenze? Conta che sia protagonista. Voglio bene a Balotelli: a Brescia dipendera' tutto da lui". Parole del ct azzurro Roberto Mancini nella settimana che porta all'inizio del campionato in programma sabato. "La Juve in assoluto e' la piu' forte, non dimentichiamo che vince da otto anni e che si e' pure rinforzata. L'Inter ha fatto buoni acquisti, va aspettata, ma i bianconeri non sono stati a guardare. Come vice Juve vedo pericoloso il Napoli: ha gli stessi giocatori che ormai giocano insieme da anni, mentre l'Inter ne ha gia' cambiati 4, 5 e perde giocatori importanti come Icardi e Perisic", ha spiegato il ct dell'Italia in un'intervista alla Gazzetta dello Sport. "Balotelli? Io gli voglio bene ma per lui non posso fare piu' niente. Ora tutto dipendera' da Mario, non dal Brescia: magari giocando piu' vicino a casa si sentira' piu' tranquillo ma non bastera'", ha proseguito Mancini. "E' fondamentale che i ragazzi italiani giovani e forti giochino tutti, se poi qualcuno puo' farlo in Europa meglio ancora. Giocatori come Chiesa devono maturare e lo stanno facendo, diventando pilastri delle proprie squadre. E' importante che sia protagonista. Bernardeschi e' un'aspirante stella europea. Sensi e Barella sono straordinari: li ho visti decollare partita dopo partita. Sono due top player", ha concluso il ct azzurro. (ITALPRESS). pdm/gm/red 18-Ago-19 15:40

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

"Non è normale che sia normale”, la campagna di sensibilizzazione della Carfagna è già diventata una canzone

Donald Tusk: "La Lega nel Ppe? Ho molta immaginazione ma ci sono dei limiti"
Mes, Matteo Salvini smaschera il patto: "Salvare le banche, sì. Quelle tedesche e francesi"
Giuseppe Conte e il "sovranismo da operetta". Cosa diceva qualche mese fa

media