Cerca

COPPA ITALIA, L'UDINESE BATTE IL BOLOGNA E TROVA LA JUVE AGLI OTTAVI

4 Dicembre 2019

0
COPPA ITALIA, L'UDINESE BATTE IL BOLOGNA E TROVA LA JUVE AGLI OTTAVI

UDINE (ITALPRESS) - L'Udinese volta pagina dopo le delusioni in campionato e prosegue la propria avventura in Coppa Italia. I friulani superano per 4-0 il Bologna e si regalano un ottavo di finale contro la Juventus, squadra campione per tredici volte nella competizione. Gli ospiti, in campo con il lutto al braccio in memoria di Janich, affidano le chiavi dell'attacco al classe 2001 Juwara ma partono col freno a mano tirato ed espongono il fianco alla velocita' di Lasagna nelle ripartenze. Il centravanti friulano e' egoista al 13' preferendo l'azione personale, ma al 24' un suo recupero palla su Medel diventa un assist involontario per Barak a rimorchio che non lascia scampo a Da Costa. Il Bologna non reagisce e al 42' incassa il raddoppio bianconero: sulla punizione battuta da Barak e la successiva sponda di Nuytinck si fa trovare pronto da pochi passi l'ex De Maio per il 2-0. Solamente nel secondo tempo i rossoblu' scaldano per la prima volta i guantoni di Nicolas con una conclusione dal limite di Orsolini al 47', che poi ci riprova spedendo alto di poco qualche minuto piu' tardi. Il Bologna prova ad alzare il baricentro, dalla panchina Tanjga (con Mihajlovic assente nella fredda trasferta alla Dacia Arena) gioca la carta Destro per rinforzare l'attacco ma l'Udinese non corre alcun rischio nel difendere il doppio vantaggio prima di trovare il tris al 77': pochi secondi dopo il palo colpito da Lasagna e' Mandragora a segnare il 3-0 con un tiro di prima intenzione dal limite che sorprende Da Costa. In pieno recupero, il poker firmato Lasagna. (ITALPRESS). spf/gm/red 04-Dic-19 22:58

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Sergio Mattarella alla Prima della Scala, un curioso video da dietro le quinte

Maria Giovanna Maglie, Stasera Italia
C'è un pinocchio e un grande Mes, scopriteli su Camera con Vista
Matteo Salvini allontana i giornalisti dallo stand della Lega: "Tanto scrivono quello che vogliono"

media