Cerca

LE BANCHE POPOLARI A SOSTEGNO DEL TERRITORIO

12 Dicembre 2019

0
LE BANCHE POPOLARI A SOSTEGNO DEL TERRITORIO

ROMA (ITALPRESS) - "Noi non abbiamo mai creduto che i soldi gettati dall'elicottero arrivassero all'economia reale e i fatti ci hanno dato ragione. Le banche popolari reagiscono a questo modo di pensare della finanza internazionale e sono le uniche che hanno continuato ad aiutare il territorio secondo la loro tradizione". Lo ha detto Corrado Sforza Fogliani, presidente dell'Associazione Nazionale fra le Banche Popolari, intervistato dall'Agenzia di Stampa Italpress. Parlando delle banche che si sono dovute riconvertire ha aggiunto che "non ce n'e' piu' una italiana, sono tutte di proprieta' dei fondi speculativi internazionali che e' quello che si voleva ottenere. E' impensabile che chi ha voluto questa riforma non avesse capito e non pensasse che si sarebbe verificato quello che si e' verificato. E' difficile pensare che non sia stato voluto - ha sottolineato Sforza Fogliani -, sia in funzione di eliminare la concorrenza che di creare l'oligopolio bancario, che e' l'esatto contrario delle banche di territorio e soprattutto di una corretta erogazione del credito". Assopopolari ha realizzato una serie di studi sulla cooperazione bancaria in altri Paesi, tra cui l'Australia, il Giappone e la Corea del Sud. Per Sforza Fogliani "i sistemi occidentali devono prendere esempio solo per il fatto che mentre da noi, sull'onda del pensiero unico internazionale, vengono perseguitate le banche di territorio, dalle altre parti, anche nei paesi asiatici, le banche del territorio vengono tutelate, protette e aiutate, non solo perche' sono le uniche che aiutano l'economia ma anche perche' sono le uniche che mantengono la concorrenza". (ITALPRESS). tan/sat/red 12-Dic-19 12:12

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Nicola Zingaretti, l'appello disperato: "L'Emilia-Romagna si salva se combattiamo tutti insieme"

"Prima l'Italiano". Scopritelo su Camera con Vista 2020, inizio di anno movimentato per la politica italiana
Diego Fusaro e Antonio Socci contestati a Siena da Sardine e Pd: "Via i turbo fascisti", eccoli a testa in giù
Emmanuel Macron e Brigitte, quasi linciati a teatro: "Il presidente è qui", i manifestanti tentano l'assalto

media