Cerca

Tremonti versione Tsipras: ecco come han fregato la Grecia

23 Marzo 2015

4

Giulio Tremonti in versione Alexis Tsipras: l’ex ministro dell’Economia ha spiegato senza mezzi termini in Senato davanti a Matteo Renzi come sia stata fregata la Grecia in questi anni, correggendo una miriade di luoghi comuni che hanno raccontato la vicenda: da quello dei greci che hanno vissuto al di sopra delle proprie possibilità, agli europei che si sono svenati per aiutare Atene. Ecco i passaggi principali del discorso di Tremonti…“Il problema non è che la Grecia è entrata in Europa, ma che l’Europa è entrata in Grecia. Le cause della crisi non sono, come alcuni dicono, riferite all’oscuro e opaco bilancio pubblico greco.Il vero dramma sulla Grecia è venuto dal lato della finanza privata, e a partire dall’euro. In una dimensione di euforia, a partire dal 2002, un enorme flusso di capitali è andato a credito, dalle banche europee alla società greca, così allegramente finanziando Olimpiadi, piscine e auto (queste non precisamente made in Grecia) e varie illusioni. Per un decennio l’allegria è stata bilaterale, dal lato dei debitori ma anche dal lato dei creditori che incassavano enormi flussi di interessi attivi. Fatalmente è venuta la crisi. (…)

Vedete, in base alle leggi dell’economia di mercato, se falliscono idebitori falliscono anche i creditori. Nel caso della Grecia è stato l’opposto. E’ così che gli aiuti alla Grecia, anche aiuti da noi generosamente elargiti, hanno aiutato tutti, in specie hanno aiutato le banche tedesche e francesi creditrici della Grecia, tutti, tranne che i greci. Dopo le cure europee, il debito pubblico greco è salito, il Pil greco è sceso. E ancora, in modo compulsivo, dall’Europa si chiedono alla Grecia più privatizzazioni, più liberalizzazioni; guardando le presenti condizioni del popolo greco, interventi di questo tipo non li chiederebbe neppure Margaret Thatcher! …”

Continua a leggere su L'imbeccata di Franco Bechis

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • alby43

    24 Marzo 2015 - 21:09

    L'unica volta che sono d'accordo con Giulio Tremonti.

    Report

    Rispondi

  • bettely1313

    23 Marzo 2015 - 20:08

    Tremonti lo ha sempre detto che i ns. 40miliardi richiesti dalla BCE per aiutare la Grecia, in verità sono finiti alle banche tedesche e francesi. Era il tempo dei processi a Berlusconi e i giornaloni si disinteressarono della situazione economica italiana che andava in rovina per colpa dell'UE. Allora per essi era più importante infangare il cavaliere che preoccuparsi del disastro euro in Italia

    Report

    Rispondi

  • diwa130

    23 Marzo 2015 - 18:06

    Ha ragione al 100%, la debole economia Greca e' stata disastrata dagli investimenti finanziari (e non industriali) degli altri paesi Europei. L'euro non c'entra assolutamente nulla in questa vicenda, sarebbe stato uguale (o peggio) con la dracma.

    Report

    Rispondi

media