Cerca

Ravetto e Ginefra: state a 3 metri, chiaritevi!

12 Novembre 2015

2
Ravetto e Ginefra: state a 3 metri, chiaritevi!

Ho incontrato per caso la forzista Laura Ravetto e il piddino Dario Ginefra giusto una settimana fa, giovedì pomeriggio, mentre uscivano insieme dal garage della Camera discutendo animatamente. Erano così presi dal loro litigio di coppia, che non mi hanno visto. Così hop cercato di passare rasente il muro per evitare ogni imbarazzo. Però sono saliti entrambi su un auto con autista e ho pensato che come era iniziato così si era spento un comune litigio di coppia. E invece apriti cielo! Questa settimana i fidanzati bipartisan hanno sciolto il loro legame. Senza parlarsi vis a vis, nonostante siano a tre metri. Ma duellando e amoreggiando via social media e stampa come raramente si è visto.La Ravetto ha lasciato il povero Ginefra su twitter il 9 novembre scorso, per altro in modo non elegantissimo: “Da oggi sono single”, ha cinguettato velenosa, “Lo dico prima che qualcuno mi paparazzi con altri e dica che tradisco il mio fidanzato”. Il riferimento era ad alcuni servizi fotografici apparsi questa estate sui settimanali rosa dove in effetti la deputata azzurra era stata ritratta con diversi cavalieri con cui sembrava esserci intimità. Sulle prime il fidanzato lasciato con modi così spicci ha evitato i media, riparandosi dietro un comprensibilissimo “no comment”. Poi Ginefra ci ha ripensato.

Sulla prima pagina della Gazzetta del Mezzogiorno di giovedì 12 novembre è così apparsa una sorta di lettera aperta di altri tempi (anche nello stile, romantica e Ottocentesca) alla sua amata che così bruscamente gli aveva chiuso la porta in faccia. “Dite a Laura che l’amo e che rimane speciale”, era lo struggente titolo del suo cavaliere. Ginefra spiega di essere schivo di carattere, e di non avere voluto parlare della sua Laura anche “per cercare di preservare una persona speciale che oer me è stata e continua ad essere la più importante della mia vita”.

Il cavaliere di altri tempi, che ha già perdonato quel tweet malandrino della sua amata, si lancia pure in un peana da vero innamorato: “Laura è una persona straordinaria, unica, che va apprezzata per ilsuo intelletto prima ancora che per la sua fisicità, con i suoi limiti, come ogni essere umano, ma che considero una donna che non può essere dipinta come la piacente parlamentare sempre in tanga, la caccia al cui cuore è sempre aperta”. Ecco, il commovente Dario non sarà Leopardi, ma è davvero innamorato pronto a gettarsi anche in un appello pubblico che mai avrebbe voluto fare. E ha colpito nel segno: possiamo essere certi che il grande pubblico parteggerà per lui. La vocenda per altro è il primo argomento politioc di cui si discute in Transatlantico, dove i due ex fidanzati transitano senza sfiorarsi, ma a tre metri l’uno dall’altro. Un consiglio, però, vorremmo darlo: deponete i tweet e le lettere aperte. Siete lontani, ma lo eravate fin dall’inizio essendo avversari politici. Forse se la risolvete da soli zitti zitti, vi fate del gran bene…

Continua a leggere su L'imbeccata di Franco Bechis

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • gescon

    13 Novembre 2015 - 07:07

    Forse le è passato il calore. A noi non cè ne frega un cazzo

    Report

    Rispondi

  • imahfu

    12 Novembre 2015 - 15:03

    La Ravetto on è forse quella che diceva che, dopo il sesso, lei è più attiva ? Accontntati dsi Ginevra, Basilea (in Svizzero Bale) c'è Lug ... (Canton Ticino) Salvateci per favore da tali notizie.

    Report

    Rispondi

media