Cerca

M5s boom in Sicilia, il Pd disperato si sposa con chiunque

21 Luglio 2016

3
M5s boom in Sicilia, il Pd disperato si sposa con chiunque

Una sola cosa è decisa all’unanimità: il prossimo candidato del Pd alle elezioni regionali siciliane 2017 non sarà Rosario Crocetta, cui il partito non ha alcuna intenzione di concedere un bis. Ma il sostituto proprio non si riesce a trovare, e la Sicilia rischia di essere un bel problemino, perché il Pd oggi oscilla intorno al 15%, le ambizioni dei singoli non sono poche (in testa quelle di Davide Faraone), Angelino Alfano vuole essere della partita, ma oggi secondo le rilevazioni custodite a sinistra, il M5s sarebbe oltre il 35% dei consensi e Beppe Grillo potrebbe davvero annettersi la Sicilia.

L’eventualità nel partito di Matteo Renzi ha fatto scattare l’allarme rosso, e anche per questo è sceso a Roma uno dei leader più discussi ma importanti del Pd siciliano, Vladimiro (detto Mirello) Crisafulli. Per tre giorni il ras di Enna si è piazzato sui divanetti dei corridoi di Montecitorio facendo le sue consultazioni e dispensando pillole di saggezza. Lunghe chiacchiere con l’ex responsabile organizzativo del parito, Nico Stumpo, ma anche con il giovane segretario regionale isolano, il renziano Fausto Raciti con cui evidentemente sono restati buoni i rapporti. Il candidato non si trova, ma l’emergenza è talmente grande che il Pd pensa a un asse trasversale “tutti dentro” contro Grillo, che possa unire centro, destra e sinistra…

Continua a leggere su L'imbeccata di Franco Bechis

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • bilko

    25 Luglio 2016 - 05:05

    BRAVI TUTTO COME PREVISTO MA MI RACCOMANDO OCCHIO ALLA NOSTRA PAROLA MAGICA POTENTE INDISRUTTIBILE L ONESTA' SIA SEMPRE IN PRIMO PIANO , L ONESTA' SEMPRE!

    Report

    Rispondi

  • vercingetorice

    22 Luglio 2016 - 11:11

    Noi siciliani capiamo sempre più prima degli altri le cose come sanno e quale svolta bisogna prendere.Il vero problema non stà alla politica in generale ma alla politica e quasi è al 90% collusa con la mafia e malavita e noi siciliani non possiamo farci niente,il coltello dalla parte del manico lo tengono loro però se votassimo sapremmo a chi dare il nostro consenso come stà succedendo per adesso

    Report

    Rispondi

    • selenikos

      23 Luglio 2016 - 10:10

      voi siciliani capite "più prima" degli altri.........bravo, impara l'italiano, almeno un po'...

      Report

      Rispondi

media