Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Rachida Dati torna da Sarkò: soccorso all'ex fiamma

L'ex ministra della Giustizia francese richiamata in patria da Sarkozy per dargli man forte nella campagna elettorale

Andrea Turco
  • a
  • a
  • a

Rachida Dati ritorna da Sarkozy con il placet della moglie rivale Carlà Bruni. Era dal 2009 che la bella maghrebina non incontrava il presidente francese. I due si erano lasciati in malo modo nel 2009 quando Sarkò la esiliò dal ministero della Giustizia al Parlamento di Bruxelles. Si pensò allora, che dietro l'allontamento del Guardasigilli, ci fosse l'ombra di Carlà, gelosa di quella donna troppo vicina a suo marito. Tra le mura dell'Eliseo gira ancora la voce di quello che accadde nel capodanno del 2007 quando Carlà indicando alla Dati il letto del presidente avrebbe detto: "Avresti voluto occuparlo tu vero?". Vecchi rancori che sembrano essere stati messi da parte per ragioni di real politik. La Dati infatti, è stata richiamata dallo stesso Sarkozy sul palco del Gran Palais di Lille per rilanciare gli slogan che portarono l'attuale presidente francese all'Eliseo. "Francia forte dove tutto è possibile, qualunque siala vostra origini o condizione" ha detto la Dati davanti a diecimila sostenitori. Messaggi indirizzati soprattutto a quei figli di immigrati che rappresentano ormai una buona parte dell'elettorato francese, specie se lanciati da una donna, figlia di immigrati nordafricani, diventata una persona che conta nell'establishment d'Oltralpe. Le malelingue parlano di uno scambio di favori tra Rachida e Sarkò. Lei aspira alla poltrona di sindaco di Parigi, lui a rimanere su quella dell'Eliseo. Questa volta è solo questione di politica.

Dai blog